Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Luca Barbarossa, l'amore per Ingrid conosciuta a Parigi e i tre figli. Ora 60 anni e un libro

  • a
  • a
  • a

Luca Barbarossa, oggi sabato 10 aprile 2021, è ospite di Verissimo la trasmissione del pomeriggio di Canale5 condotta da Silvia Toffanin. Il cantautore romano parlerà in particolare del suo primo libro ("Non perderti niente"), un romanzo autobiografico (di "cose che non ho mai detto né cantato"), in uscita martedì 13 aprile nelle librerie.

 

 

 

Classe 1961, il prossimo 15 aprile compirà 60 anni, Barbarossa nasce come musicista di strada in piazza Navona suonando il repertorio folk americano e i classici dei cantautori italiani. Notato da Gianni Ravera, che lo invita a partecipare al Festival di Castrocaro nel 1980, vince la rassegna e di diritto va anche al Festival di Sanremo nel 1981 con il pezzo "Roma spogliata" che gli vale il quarto posto e il primo tra i giovani. Alla fine degli anni Ottanta la sua popolarità aumenta, alla terza partecipazione a Sanremo, nel 1988, presenta "L'amore rubato" cogliendo il terzo posto e un grande successo insieme anche a un'altra canzone ("Yuppies") e l'album "Non tutti gli uomini" che raggiunge le 350mila copie vendute. Nel 1992 torna a Sanremo e trionfa con "Portami a ballare", brano dedicato a sua madre Annamaria. Sia la canzone, sia l'album "Cuore d'acciaio", lo proiettano nelle prime posizioni in classifica. Sono anni di grandi tournée, collaborazioni (Fiorella Mannoia, Eros Ramazzotti, Francesco De Gregori). Nel 2001 esce la sua prima raccolta di successi, "Viaggio di ritorno". In questo fase della sua carriera scrive molte canzoni per altri artisti tra cui Luciano Pavarotti (ma ha scritto anche per Gianni Morandi, Fiorella Mannoia, Raquel del Rosario, Paola Turci, Tosca, Tina Arena, Alessandro Safina e i Dhamm). Si cimenta nel teatro (gran successo per  la tournée teatrale intitolata "Attenti a quei due" con Neri Marcoré, ma anche alla conduzione di programmi in tv e radio. L'ultimo album, nel 2018, è un inedito con pezzi in dialetto romano che ha avuto come apripista il pezzo - presentato anche a Sanremo - dal titolo "Passame er sale".

 

 

 

Sposato con Ingrid Salvat, donna francese molto riservata e completamente estranea al mondo dello spettacolo e della musica. I due si conosciuti ad una festa a Parigi all'inizio degli anni Novanta (all'epoca lei ricopriva la carica di amministratrice per una catena di negozi di Dolce & Gabbana). Nel 1999 il matrimonio, abitano a Roma nel quartiere Monteverde. Luca è padre di tre figli: Valerio, Flavio e Margot. Ha due sorelle, Susanna e Veronica e due fratelli, Lorenzo e Cristiano. Grande appassionato di calcio, è il capocannoniere della nazionale cantanti con 221 gol in 259 partite.