Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

La fuggitiva, anticipazioni della seconda puntata della fiction in onda lunedì 12 aprile

  • a
  • a
  • a

Grande successo di pubblico in tv ma anche sui social per la serie tv "La fuggitiva" in onda da lunedì, per tutto il mese di aprile su Rai1.  La fiction con protagonista Vittoria Puccini proseguirà per l’arco di un mese e quattro puntate complessive, nelle quali cercheremo di sapere chi ha veramente ucciso Fabrizio. Ma non solo, perché scavando nell’ambiente di lavoro del marito Arianna porterà alla luce le sue connivenze e le corruzioni che lo regolano. Dietro il suo assassinio c’è più di quanto la protagonista immagini, ma a salvarla dal restarne invischiata lei stessa sarà il suo misterioso passato.

 

 

La prossima puntata andrà in onda lunedì 12 aprile. Composta dagli episodi 3 e 4, verrà ancora rappresentata la fuga rocambolesca di Arianna alla ricerca di un posto dove stare mentre attende di vederci chiaro sulla morte del marito. Su quanto accaduto a Fabrizio, Arianna si rende conto che molti dei suoi colleghi hanno testimoniato il falso. Fra loro, c’è chi mente deliberatamente e chi in modo altrettanto incurante mente senza troppi problemi. Per fortunata Arianna è assistita ormai dall’amico Marcello, che grazie al suo intuito e all’intraprendenza del giornalista d’inchiesta raccoglie già alcune informazioni interessanti.

 

 

Si scopre per esempio che prima di morire Fabrizio era in rotta con Fusco, il suo datore di lavoro, il quale aveva partecipato anche all’inaugurazione del polo residenziale. Ora che dunque potrebbe essersi profilato un possibile movente, bisogna cercare delle vere prove. Così Arianna e Marcello s’introducono nell’azienda di Fusco. La speranza è di individuare qualcosa che inchiodi quest’ultimo scagionando la moglie di Fabrizio. A ostacolare i due c’è sempre Michela. La giovane ispettrice, comincia a sospettare pure lei dell’innocenza di Arianna. In particolare, quando il suo superiore Berti le suggerisce di non trascendere dal caso d’incrimazione della Comani, rischiando di superare limiti che in una vicenda del genere è bene restino segreti.