Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Anna Mazzamauro, il successo grazie a Fantozzi. Il matrimonio, l'amore per Guendalina e la violenza sul set

  • a
  • a
  • a

Per la prima volta a Verissimo, la trasmissione del pomeriggio su Canale5 oggi sabato 3 aprile 2021, ci sarà ospite l'attrice Anna Mazzamauro, che per il grande pubblico sarà sempre la signorina Silvani, l’amore irraggiungibile del ragionier Fantozzi.

 

 

Romana, classe 1938, Mazzamauro ha iniziato a recitare verso la fine degli anni Sessanta, periodo in cui aprì anche un piccolo teatro. Quest’ultimo fu distrutto da un incendio e proprio dopo questo incidente Anna debuttò al cinema, nel film “Pronto… c’è una Giuliana per te”, del regista Massimo Franciosa. Sarà però la saga di Fantozzi a darle il massimo della popolarità. Tra l'altro nei provini la Mazzamauro si presentò per un altro ruolo, quello della moglie del buffo ragioniere, Pina. Poi ottenne quello della signorina Silvani, l'impiegata vamp della serie (ebbe la nomination al Nastro d'argento come miglio attrice non protagonista nel 1976 per Fantozzi e nel 1994 per Fantozzi va in paradiso). Merito della sua presenza nella saga di Fantozzi lo deve all'aiuto regista di Fellini: infatti Mazzamauro partecipo al casting per il film Roma del famoso regista senza però riuscire a superare il provino, ma l'aiuto regista che nel frattempo collaborava per Fantozzi si ricordò di lei. In passato anche doppiatrice, molti i ruoli rivestiti da attrice comica in altre pellicole come Fracchia la belva umana, Tre tigri contro tre tigri, Poveri ma ricchi (che poi generò la polemica della violenza subita da un attore, che strattonandola le creò problemi a un timpano ma lei non ha mai dendunciato). Ha fatto anche tanto teatro (ha interpretato Cyrano de Bergerac) e  tv (Grand Hotel). Una carriera lunga e apprezzatissima ma segnata per sempre dal ruolo avuto nelle pellicole su Fantozzi.

 

 

L’attrice è stata sposata con Bartolomeo Scavia, conosciuto come Mimmo, uno scenografo e costumista. I due hanno avuto una figlia, Guendalina. A Vanity Fair, Mazzamauro aveva raccontato: “Io ho una figlia soltanto. Mi è riuscita così bene che non ho osato farne un’altra”.