Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

L'Eredità, la "favola" di Valentina si ferma alla Ghigliottina

  • a
  • a
  • a

L'Eredità su Rai1 di oggi, venerdì 2 aprile 2021, ha visto come campionessa Valentina che cade poi alla Ghigliottina. Valentina era arrivata alla Ghigliottina con una eredità di 250 mila euro. Le cinque parole da indovinare, per. 62.500 euro, erano "vivere, posto, gioco, rosa e bambini". Dopo un minuto di riflessione, la campionessa dà la sua risposta: "La parola che mi ha acceso è bambini", spiega e scopre poi la parola "casa" come soluzione. Flavio Insinna: "Tesoro, ma questo è un posto da....lo hai detto mai" La soluzione è "favola".

 

Al triello, la prova che anticipa la prova finale della Ghigliottina alla quale va poi solo il campione, erano andati Guglielmo, Gabriele e appunto Valentina.

In questo periodo pasquale da mercoledì 24 marzo, tutti i giorni alle 18.45 su Rai1, "L’Eredità" ha proposto un ciclo di trasmissioni dedicate alle Onlus: "L’Eredità per l’Italia", prodotto in collaborazione con Banijay Italia.

 

 

Con l’accordo e il sostegno della Rai e nell’assoluto rispetto delle regole di sicurezza, il popolare programma di Rai1 condotto da Flavio Insinna è tornato con il marchio che già aveva proposto con grande seguito l’anno scorso. Lo scopo fondamentale è quello di offrire un contributo di solidarietà alle Organizzazioni di utilità sociale che operano per aiutare chi si trova in difficoltà economiche. Le trasmissioni di questo ciclo sono quindi organizzate in una serie di tornei, ognuno dei quali ha come riferimento una diversa Onlus e nei quali Campioni delle passate stagioni si affronteranno per individuare la parola della Ghigliottina e per devolvere interamente gli eventuali montepremi conquistati in beneficenza.

 Ovviamente in queste puntate speciali de L’Eredità sono presenti tutti gli ingredienti che hanno contribuito a fare del programma un appuntamento fisso per gran parte degli italiani e un grande successo di ascolti: giochi interessanti e avvincenti, concorrenti validi e motivati, e soprattutto affetto e simpatia verso il pubblico, che Flavio Insinna definisce "la grande famiglia de L’Eredità".