Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Cartabianca, fra gli ospiti Galli, Bassetti, Ventura e Bersani. Scanzi presente

  • a
  • a
  • a

Temi e ospiti di Bianca Berlinguer di questa sera, sono stati annunciati poco fa sui canali social della trasmissione di Rai3. L ’avvicinarsi del weekend di Pasqua, con l’Italia in zona rossa, gli spostamenti consentiti solo all’estero, i vaccini: saranno questi alcuni degli argomenti della puntata di stasera di #cartabianca, programma in onda alle 21.20.

 

 

Ospiti di Bianca Berlinguer saranno Pier Luigi Bersani, Articolo uno, Massimo Galli, direttore Malattie infettive Ospedale Sacco di Milano, Matteo Bassetti, direttore Clinica Malattie infettive Ospedale San Martino di Genova, Simona Ventura, Paolo Mieli, giornalista e scrittore, Andrea Scanzi, Il Fatto Quotidiano, Maurizio Belpietro, direttore La Verità e Panorama, Roberta Villa, giornalista scientifica, Federico Rampini, La Repubblica, Silvia Avallone, scrittrice, Michele Mirabella, conduttore di Elisir, Mara Maionchi ed Enrico Lucci. 

Andrea Scanzi stasera parteciperà quindi regolarmente a ’Cartabianca', nell’attesa che il Comitato Etico della Rai decida se sospendere o meno il suo contratto con il programma di Rai3. Una nota di Rai3 che comunica la scaletta della trasmissione condotta da Bianca Berlinguer in onda stasera alle 21,20 sulla terza rete Rai, conferma la presenza del giornalista del ’Fatto Quotidiano' tra gli ospiti.

 

 

Quanto a Massimo Galli proprio ieri si è espresso sulla necessità di aderire alla vaccinazione da parte degli operatori sanitari "vanno dati segnali. E mi sta bene che vengano dati. Mi sarebbe piaciuto fosse sufficiente il Codice deontologico di medici e infermieri. Ma se così non è, serve fare qualcosa", ha detto all’Adnkronos Salute Massimo Galli, direttore della clinica di Malattie infettive dell’ospedale Sacco di Milano, ricordando che bisogna tenere presente "anche tutto il personale ospedaliero che pur venendo a contatto con i pazienti non è legato a nessuno dei due Ordini: gli operatori socio-sanitari e il personale non infermieristico delle Rsa. Quindi in realtà, al di là dei codici, era necessario intervenire". In generale "credo che la componente sanitaria - conclude Galli - abbia il dovere di essere in grado di garantire la sicurezza delle persone che assiste. E il massimo che si può fare per questo è vaccinarsi. Non solo per Covid, ma anche per l’influenza, il morbillo e quanto necessario".