Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Svegliati amore mio, Sabrina Ferilli interpreta Nanà: una madre a caccia di giustizia per la figlia

  • a
  • a
  • a

Appuntamento con la fiction su Canale5 nella prima serata di mercoledì 24 marzo. Dalle 21,20 andrà in onda infatti Svegliati amore mio, la seconda opera diretta da Simona Izzo e Ricky Tognazzi e realizzata per Canale5, con Sabrina Ferilli ancora una volta nei panni di un personaggio che si vuole fare portavoce della battaglia contro le ingiustizie ed i poteri forti. Nella prima puntata (in tutto la miniserie è composta da tre parti) in onda appunto mercoledì 24 marzo dalle 21,20, il pubblico potrà approfondire il dramma di Nanà.

 

 

Quest'ultima (interpretata dalla Ferilli), parrucchiera di provincia, madre di Sara (Caterina Sbaraglia) è la moglie di Sergio (Ettore Bassi), che lavora nell’altoforno della Ghisal, acciaieria della zona che dà lavoro a tante famiglie. Sara è una giovane promessa del nuoto: proprio durante una delle gare a cui partecipa, però, la giovane si sente male e viene ricoverata in ospedale. La dottoressa Manuela Placido (Veruska Rossi), dopo le opportune analisi, svela la diagnosi: Sara è affetta da leucemia. Distrutta dal dolore, Nanà inizia a notare che in ospedale non è ricoverata solo Sara, ma tanti altri bambini con il suo stesso problema e tutti cresciuti nei pressi dell’acciaieria.

 

 

Facendosi aiutare dalla dottoressa, sorge in lei il dubbio che la Ghisal, con l’emissione di polveri sottili, possa aver fatto ammalare chi vive intorno allo stabilimento. In città intanto torna, dopo anni all’estero, Mimmo (Francesco Arca), ex fiamma di Nanà, di cui è ancora innamorato. Sergio si accorge subito dei suoi sentimenti, mentre Nanà accetta i tentativi di aiuto dell’uomo, provando in tutti i modi a trovare un modo per denunciare quanto da lei scoperto. Ad alimentare i suoi dubbi, anche la scoperta della morte di un’ex compagna di nuoto di Sara. Appuntamento su Canale5 dalle 21,20. Con Sabrina Ferilli che interpreta una madre a caccia della verità e della giustizia per la figlia.