Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Morgan, chiesto il rinvio a giudizio: stalking e diffamazione contro la sua ex fidanzata

Esplora:

  • a
  • a
  • a

Stalking e diffamazione. Queste le accuse nei confronti di Morgan, all'anagrafe Marco Castoldi, per le quali il pm di Monza ha chiesto il rinvio a giudizio nei confronti del cantautore. Accuse che piovono da una sua ex, con la quale Morgan ha avuto una relazione terminata in maniera piuttosto burrascosa, come raccontato anche dai siti e dalle riviste di cronache rosa.

 

 

Come riportato dal sito Dagospia, secondo gli inquirenti Morgan, avrebbe tenuto appunto un comportamento molesto nei confronti di una 32enne sua collega, già voce in una rock band a Milano, e ora anche cantautrice con un album solista all'attivo. Chiamate continue, messaggi, tentativi di prendere contatti con la donna, alla quale era legato da un rapporto di conoscenza datato, sfociato, a quanto dicono i suoi legali, in una relazione. Sono solo alcune delle contestazioni mosse dal pm Carlo Cinque, al termine delle indagini della Squadra Mobile della Questura brianzola, diretta da Francesco Garcea, su denuncia della donna. Morgan avrebbe inoltre minacciato la ex di diffondere un suo video personale e la avrebbe diffamata attraverso insinuazioni volgari su una chat di WhatsApp.

 

 

Nel tentativo di comunicare con lei, in una circostanza precisa, avrebbe finto addirittura di essere un famoso rapper interessato a una collaborazione artistica. La cantante, assistita dall'avvocato Renata D' Amico, non ha voluto rilasciare alcuna dichiarazione. Al contrario i difensori di Morgan, gli avvocati Rossella Gallo e Leonardo Cammarata, hanno minimizzato: "Si tratta di due persone legate da un rapporto di conoscenza decennale, e da un forte legame affettivo, durante il quale si frequentavano alla luce del sole. Il nostro assistito - hanno sottolineato - ha solo scritto dei messaggi, spesso indiretti. Nei suoi confronti non è stato adottato alcun provvedimento, perché non ci sono profili di pericolosità".