Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Stasera in tv 20 marzo, su Rai 3 c'è Città segrete di Corrado Augias alla scoperta di Milano

  • a
  • a
  • a

Stasera in tv, sabato 20 marzo, alle ore 21.45 su Rai 3 torna "Città segrete", il programma condotto da Corrado Augias. Cinque serate evento, cinque città, una galleria di storie e personaggi diversi, un viaggio tra luoghi indimenticabili e misteriosi. ra ricostruzioni, reportage e docu-fiction, il programma va alla scoperta di piazze, monumenti, opere d’arte, palazzi ed enigmi di cinque gioielli italiani: Milano, Palermo, Firenze, Napoli e la Roma cristiana. All’incrocio tra luoghi celebri, capolavori nascosti e storie capaci di stupire e affascinare, in bilico tra mistero e modernità. Il primo appuntamento è dedicato a Milano. Sempre con la conduzione dello storico politico e giornalista, a 86 anni ancora in prima tv.

 

Da Manzoni a Versace, da Leonardo a Tangentopoli, è un viaggio alla scoperta delle storie, delle bellezze, dei protagonisti e dei segreti della "città più città d’Italia", per dirla come Giovanni Verga. Milano è sempre più un crocevia internazionale, la città italiana più europea, un mix tra culture e identità diverse come, negli anni del boom, lo è stata tra Nord e Sud d’Italia. In fondo, la sua forza segreta è contenuta nel nome: Mediolanum, la città che sta nel mezzo. "Per capire Milano bisogna tuffarvisi dentro, non guardarla come un’opera d’arte", scriveva Guido Piovene. E così Corrado Augias accompagna il telespettatore in una narrazione della "sua" Milano.

 

In una lettura dei luoghi e delle vicende che è certamente storica, artistica, ma anche politica, nel senso di ricostruire il senso più profondo che alcuni monumenti e storie hanno avuto per il nostro vivere civile. In un gioco di specchi in cui il narratore, l’abile divulgatore televisivo, gioca con le sue molteplici identità, senza dimenticare mai quella del grande giornalista. Prossima tappa, come detto, si avrà tra le bellezze di Palermo, sempre insieme allo stile inconfondibile di Augias e alla sua capacità di affascinare e coinvolgere il pubblico, anche dopo tanti anni di carriera.