Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Speravo de morì prima, la serie su Totti. Monica Guerritore diventa mamma Fiorella e convince tutti | Video

  • a
  • a
  • a

Le prime due puntate di "Speravo de morì prima", la serie che racconta Francesco Totti, sono andate in onda su Sky venerdì 19 marzo. Sui social impazzano le discussioni sui primi episodi che hanno rinfocolato le polemiche del 2016-2017 sul rapporto tra il Capitano e Luciano Spalletti. Ma al di là di questo una delle interpretazioni che ha colpito di più, per forza, empatia e simpatia è stata quella di Monica Guerritore che interpreta il ruolo di Fiorella, la madre di Francesco Totti. Una figura centrale nella crescita del Capitano come lui stesso racconta nel libro autobiografico scritto con Paolo Condò (al quale si inspira la serie). La scelta per interpretare questo importante ruolo è ricaduta su Monica Guerritore che ha restituito un personaggio forte protagonista di alcune scene che sono già diventate cult come quella della confessione con il prete il giorno in cui Spalletti mise fuori rosa il figlio alla vigilia di una partita con il Palermo. "Gli ho detto i morti", dice al parroco che alla fine perde le staffe a sua volta contro "il pelato".

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Monica Guerritore (@monicaguerritore)

 

"La scelta di Monica mi aveva sconcertato perché aveva un suo aplomb signorile, quasi aristocratico che poco si confaceva al ruolo di Fiorella che uno immagina essere una donna piuttosto popolare. E' riuscita a scrollarsi di dosso questa immagine e a trasformare il tutto in una forza empatica ed istintiva raccontando una donna di queste che tendono un po' a straripare e dunque è venuto fuori un gran personaggio", dice Giorgio Colangeli che nella serie interpreta, Enzo, il padre di Francesco Totti che è scomparso recentemente a causa del Covid.

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Monica Guerritore (@monicaguerritore)

"Una donna molto aggressiva, molto forte e molto solida. Giorgio Colangeli con i suoi silenzi ironici fa un personaggio molto bello", dice in un'intervista pubblicata sul suo profilo Instagram Monica Guerritore che sempre sul social spiega: "La nostra serie gioca sulla lievità della  commedia popolata da ‘personaggi’ buffi e straniti che proprio perché alludono a persone reali se ne discostano, non puntano sulla verosimiglianza che ne farebbe copie senza vita ma estremizzandone ( con simpatia) alcuni aspetti creano vita nuova".

Monica Guerritore è ospite questo pomeriggio alle 15, 20 marzo, di Tv Talk su Rai.