Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Oscar 2021, nomination per Laura Pausini e costumi e trucco di Pinocchio

  • a
  • a
  • a

L'Italia è rappresentata agli Oscar 2021. C'è grazie alla canzone di Laura PausiniDianne Warren Seen, Io sì, e al film Pinocchio di Matteo Garrone. Quest'ultimo è stato nominato per i costumi realizzati da Massimo Cantini Parrini e per i trucchi di Mark Coulier, Dalia Colli e Francesco Pegoretti

E' una grande edizione per il nostro Paese, quindi, quella che si svolgerà nella notte tra il 25 e il 26 aprile. Ad annunciare le nomination sono stati Nick Jonas e la ex Miss Mondo Priyanka Chopra collegati da Londra mentre il presidente dell'Academy era nel Museo del cinema di Los Angeles che è stato realizzato da Renzo Piano e che verrà inaugurato il prossimo autunno. Per Laura Pausini è l'ennesima immensa soddisfazione dopo che il brano è risultato già vincitore dei Golden Globe. E' la canzone del film La vita davanti a sé con Sophia Loren, diretto dal figlio Edoardo Ponti. La vittoria dell'Oscar sarebbe la prima della storia per un brano cantato in lingua italiana. Ovviamente lei è super felice: "Sono onorata di rappresentare l'Italia in una delle cerimonie più importanti dell'industria dell'intrattenimento mondiale. Sapere che sono nominata agli Oscar va oltre qualunque desiderio o aspettativa potessi sognare", ha commentato. 

 

 

Pinocchio di Matteo Garrone, invece, come scritto in apertura, è candidato per due aspetti tecnici. I costumi di Massimo Cantini Parrini e il make up di Mark Coulier, Dalia Colli e Francesco Pegoretti. La pellicola è del 2019 ma negli Stati Uniti è arrivata nelle sale più tardi e quindi in lizza in questi Academy Award. Il film aveva ricevuto ben 15 candidature nell'edizione 2020 dei David di Donatello, vincendo in cinque categorie: scenografia, trucco, costumi, acconciature ed effetti speciali visivi. Ad interpretare Geppetto fu Roberto Benigni, mentre Gigi Proietti ha vestito i panni di Mangiafuoco. Soltanto nel nostro Paese ha incassato 15 milioni di euro. Parte del film fu realizzata in località La Fratta, borgo della storica Tenuta nel comune di Sinalunga, in provincia di Siena