Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Fabrizio Corona, sciopero della fame e della sete a oltranza. Quattordici punti per la ferita sul braccio | Video

  • a
  • a
  • a

Fabrizio Corona continua lo sciopero della fame e della sete contro il nuovo arresto. Il re dei paparazzi ha fatto sapere che non intende arrendersi. Attualmente si trova nel reparto di psichiatria 2 dell'ospedale Niguarda e le notizie su di lui arrivano tramite il profilo Instagram curato dal suo staff. "Fabrizio ci ha comunicato che non ha alcuna intenzione di pagare anche questa volta per una punizione cosi impropria" per questo "anche oggi Fabrizio osserverà ad oltranza lo sciopero della fame e della sete: per se stesso, per la sua famiglia, per i suoi collaboratori e per tutte le vittime delle iniquità", si legge in un messaggio postato all'ora di pranzo del 14 marzo con il video dei momenti di tensione il giorno dell'arresto quando Corona si è ferito alla mano colpendo il vetro di un'ambulanza. 

 

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Fabrizio Corona (@fabriziocoronareal)

 

"Fabrizio non sta bene", aveva detto nella serata di sabato 13 marzo l'avvocato Ivano Chiesa, legale del fotografo che ha visitato il suo assistito in ospedale. "E' in osservazione e gli hanno dato 14 punti per la ferita che si è procurato al braccio", ha detto in un video postato nella pagina Instagram di Corona. "Fabrizio è in sciopero della fame - ha continuato - e non smetterà fino a che non riuscirà a parlare con il presidente del tribunale di sorveglianza, dottoressa Di Rosa, oppure con un rappresentante del ministero. Chiede di essere trasferito dalla Lombardia perché non vuole avere più nulla a che fare con questo tribunale di sorveglianza, perché ritiene il provvedimento preso nei suoi confronti ingiusto. E' l'incarnazione di tutti i pregiudizi nei suoi confronti". Poi il legale - che sarà ospite domenica sera 14 marzo a Non è l'Arena su La 7 - rilancia la petizione per non far tornare Fabrizio Corona in carcere.

Fabrizio Corona - si legge nel profilo Instagram - "ha fatto già 6 anni di galera ed è sulla soglia dei 50 anni. Oltre a questo è un imprenditore che offre lavoro a centinaia di persone che operano nel mondo della comunicazione, in questi giorni tutto questo indotto è sospeso in un periodo già difficile per tutte le famiglie italiane. Oltre a tutto questo esiste un quadro personale e familiare molto difficile che minerebbe alla stabilità di qualunque individuo".

 

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Fabrizio Corona (@fabriziocoronareal)

 

Nei giorni scorsi sul profilo era apparso anche un messaggio della mamma di Fabrizio Corona: "Mio figlio è un perseguitato da un tipo di magistratura bigotta e priva di qualsiasi segno di sensibilità umana.. A nome di tutte le madri che hanno i figli perseguitati io chiedo che questo abuso di potere finisca, perche il mio cuore è a pezzi ma..il mio onore di cittadina che credeva nella giustizia è stato trafitto da una lama piena di veleno e cattiveria.

A Fabrizio Corona nei giorni scorsi sono stati revocati gli arresti domiciliari. Il provvedimento del tribunale della Libertà gli contesta il fatto che avrebbe svolto attività lavorative non autorizzate - in particolare ospitate in tv - e avrebbe violato più volte la misura uscendo di casa senza permesso. Contestazioni che Corona respinge. Secondo i calcoli circolati nei giorni scorsi il fine pena dovrebbe scattare nel 2024. In ogni caso è ancora in corso una battaglia legale per togliere nove mesi che sono stati già scontati.

 

 

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Fabrizio Corona (@fabriziocoronareal)