Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

L'Eredità, Martina campionessa per la sesta volta. Ghigliottina ancora sfortunata

  • a
  • a
  • a

Puntata ricca di colpi quella de L'Eredità, il quiz condotto da Flavio Insinna, andata in onda oggi sabato 13 marzo 2021 come ogni giorno su Rai1 prima del telegiornale. Martina Crocchia si conferma di nuovo campionessa per la sesta volta, anche se non consecutivamente. Ma purtroppo senza riuscire ad accapparrarsi il montepremi finale.

 

 

La ragazza romana è una pole dancer ed è proprietaria proprio di una scuola di pole dance, ama il mare e la musica e ancora non è riuscita a vincere il montepremi finale. Come capitato anche nella puntata odierna. Ci potrà riprovare però. Nel triello Martina ha la meglio di Stefano e Andrea, ribaltando una situazione che la vedeva quasi eliminata grazie alla domanda sul premio Pulitzer e la raccolta fondi per costruire il basamento della statua della Libertà di New York e poi a quella sul ministero della transizione ecologica. Il bottino di 210mila euro alla Ghiogliottina viene dimezzato sino a 26.250 euro. Le parole da mettere in fila sono Piero, università, mazurka, Causio, rosso. Lei prova a risolvere l'enigma con Tiziano ma in realtà la parola vincente era barone.

 

 

L’Eredità è ormai da anni uno dei punti fissi del palinsesto di Rai1, che non delude mai le attese. Flavio Insinna ne è ovviamente molto orgoglioso, anche perché recentemente ha lanciato un super campione del calibro di Massimo Cannoletta che, nato come divulgatore, adesso si sta facendo strada anche in tv, tanto da diventare un ospite fisso di Oggi è un altro giorno, la trasmissione quotidiana condotta da Serena Bortone. Sul momento che sta vivendo l'Italia e la trasmissione senza pubblico, il presentatore rivela: “Il fatto di non avere pubblico per me, in questo momento, conta poco. È molto più grave che a tanti lavoratori che fanno parte del mondo dello spettacolo manchi il pane. Bisogna pensare a loro e lo Stato ha il dovere di aiutarli” ha detto in una recente intervista.