Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Achille Lauro, parole d'amore per Emma Marrone e Monica Guerritore

  • a
  • a
  • a

"Lusingato dalla presenza di Monica Guerritore, diva inarrivabile". Così Achille Lauro ha voluto glorificare l'attrice che lo ha affiancato nel terzo quadro che ha proposto giovedì 4 marzo sul palco dell'Ariston al Festival di Sanremo. Guerritore è stata protagonista di un intenso monologo sul teatro che ha strappato lacrime e applausi agli orchestrali e ai tecnici presenti in studio. Achille Lauro ha dato vita alla sua attesa esibizione, ancora una volta maiuscola e sopra le righe, non solo dal punto di vista vocale e musicale, ma anche da quello coreografico e di recitazione.

Una grande conferma nel corso di questo strano festival del 2021, condizionato dalla pandemia da Covid 19. Non è ancora noto cosa porterà sul palco nella quarta esibizione, quella di oggi venerdì 5 marzo e tantomeno come si presenterà nella serata della finale. Di sicuro c'è tanta attesa e non solo tra i suoi fans e follower. Sulla sua immagine di Instagram campeggia la parte di un omino impiccato e scorrendo le Instastorie si comprende che ha dedicato una lettera del suo nome ad ognuna delle esibizioni, non a caso sino ad ora ha composto solo la parte Lau del nome, mancano la r e la 0.

Questa sera sarà la volta della penultima lettera e ovviamente c'è grande curiosità, alla luce dell'incredibile esibizione di giovedì sera in compagnia di una scatenata Emma Marrone che a sua volta dal profilo social ha voluto ringraziare proprio Achille Lauro: "Penelope rappresenta, all'interno dell'Odissea, l'ideale di donna del mondo omerico, un vero e proprio modello di comportamento. Una donna capace di aspettare l'uomo che ama, senza mai dubitare del suo amore. Un bacio enorme al mio Achille Lauro per avermi regalato una grande emozione! Un grazie speciale ad Alessandro Michele per la sua passione e la sua dedizione. Una notte indimenticabile. Un sogno".