Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Sanremo 2021, Laura Pausini emozionata: "Ho finito la saliva. Grazie Sophia Loren"

Marianna Castelli
  • a
  • a
  • a

Felice, emozionata, scatenata, dolce, commossa, soddisfatta. E' stata una presenza ricca di emozioni quella di Laura Pausini sul palco dell'Ariston, ospite di lusso della seconda serata della 71esima edizione del Festival di Sanremo. Pausini è reduce dall'incredibile trionfo al Golden Globe con il brano Io sì. Ad accoglierla ovviamente i conduttori Amadeus e Fiorello, quest'ultimo le ha dato il benvenuto con un mix di Bohemian Rapsody e La solitudine, particolarmente azzardato ma sicuramente ottimamente riuscito. Poi lei ha sceso la scalinata.

Visibilmente commossa, ha faticato a trattenere le lacrime. Avrebbe voluto essere protagonista di una improvvisazione musicale, ma è stata subito ricondotta sulla scaletta principale del programma. "Ho finito la saliva, sono emozionata", ha detto.

"Non dobbiamo abituarci mai. Quando vinco un premio ci sono molte persone, tutta l'Italia. Non mi aspettavo questo premio, strana canzone cantata da italiana nominata a un premio del cinema in America. E' strano". Poi le parole hanno lasciato lo spazio alla musica e Laura Pausini ha cantato proprio la canzone Io sì grazie alla quale ha letteralmente trionfata al Golden Globe. Subito dopo ci ha pensa Fiorello a cambiare clima e ritmo. Ha coinvolto Laura Pausini e Amadeus in un vero e proprio siparietto. Lo showman ha fatto il beatbox con l'interprete che ha cantato alla perfezione This is the rythm of the night di Corona e Amadeus ha ballato come sopra un cubo.

Prima di lasciare il palco dell'Ariston, ancora emozioni per Pausini che ha ringraziato Sophia Loren "per avermi scelta. Questo film porta un messaggio di integrazione e uguaglianza, è stata la chiave che ha dato un battito diverso al mio cuore". E poi un messaggio: "Quando viaggi tanto non ti puoi sentire solo, se no non hai coraggio. E io ce l'ho per voi". Poi ha lasciato il palco del Festival di Sanremo dove ha vinto nel 1993 proprio con La Solitudine