Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Achille Lauro, amore e misteri. Chi è il cantante ospite all'Ariston: "Sarò sessualmente tutto, esagerazione"

  • a
  • a
  • a

Achille Lauro è uno dei personaggi più attesi di questo Festival di Sanremo 2021.  Già a poche ore dall'esordio fa parlare di sè, In questa edizione che comincia martedì 2 marzo, il cantante figura in qualità di ospite. In questo articolo scopriamo chi è. Prima però il contenuto della lettera che Achille 
Lauro
  ha inviato ai giornalisti, nella quale parla della sua esibizione al 71mo Festival di Sanremo.

 

 

 "Dopo un anno surreale, difficile per tutti, stasera tornerò finalmente sul palco. Il palco più importante d’Italia, quello dell’Ariston, per onorare l’invito del direttore artistico Amadeus. Questa volta il mio ruolo sarà diverso: non sarò un concorrente, non gareggerò per piazzare un brano in classifica. Mi esibirò per il settore dello spettacolo ferito e vessato, per voi amici giornalisti, per le persone che lavorano per me, per tutti voi", dice. "Sarò un velo di mistero sulla vita - afferma Lauro - Sarò la solitudine nascosta in un costume da palcoscenico. Sarò sessualmente tutto, genericamente niente. Sarò esagerazione, teatralità, disinibizione. Sarò peccato e peccatore. Porterò un messaggio del mondo all’umanità. E chiederò che Dio ci benedica".

 Achille Lauro, pseudonimo di Lauro De Marinis è un cantautore, rapper e produttore discografico italiano. A Sanremo ha partecipato con Rolls Royce e poi lo scorso anno con il brano Me ne frego.

 


Nato l’11 luglio 1990 a Verona da Nicola, magistrato della Corte di cassazione, e Cristina Zambon, cresce a Roma. All’età di 14 anni sceglie di andare a vivere con il fratello maggiore Federico, detto Fet, da cui eredita la passione per la musica, già produttore per la crew Quarto Blocco, allontanandosi dalla famiglia che si sarebbe trasferita in un’altra città. Con il suo produttore Edoardo Manozzi, in arte Boss Doms, Lauro ha preso parte all’edizione del 2017 dello show Pechino Express come coppia dei Compositori, posizionandosi al terzo posto.

Nel 2018 Achille Lauro è entrato nel campo cinematografico come produttore di Terrurismo, un corto del regista Vito Cea e dello scrittore e sceneggiatore Roberto Moliterni, per il quale riceve il premio MaTiff per giovani produttori. Nel corto appare anche in un cameo. Nello stesso anno partecipa come attore e autore di testi in rima nel lungometraggio Applausi, ispirato alla vicenda di Elisa Claps. Successivamente è protagonista di un corto in realtà virtuale, Happy Birthday di Lorenzo Giovenga, in cui compaiono anche due sue canzoni, presentato alla 76esima Mostra del Cinema di Venezia. Nel 2019 esce sulle piattaforme Sky il documentario autobiografico No face 1, diretto da Lauro stesso e Sebastiano Bontempi. Nel gennaio 2019 pubblica la sua autobiografia Sono io Amleto. Il 19 maggio 2020 viene pubblicato il suo secondo libro 16 Marzo: L’Ultima notte.


Achille Lauro è fidanzato con Francesca. E' stato lui stesso a rivelarlo a Mara Venier nel salotto di Domenica In, che è ormai da anni felicemente fidanzato da anni con Francesca, ragazza sua coetanea del tutto estranea al mondo della musica. Non si sa, al momento, se i due si siano conosciuti prima della quarantena o se invece la loro conoscenza sia più recente. Altro non è trapelato sul suo conto.