Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Cartabianca, Sileri e Azzolina fra gli ospiti di stasera di Bianca Berlinguer su Rai 3

  • a
  • a
  • a

Stasera. martedì 2 marzo alle ore 21.20 su Rai3, va in onda un nuovo appuntamento con Bianca Berlinguer e il suo programma di approfondimento Cartabianca. Gli ospiti della puntata sono stati appena annunciati sui canali social della trasmissione, Si tratta di Pierpaolo Sileri, sottosegretario alla Salute - Movimento Cinque Stelle, Lucia Azzolina, Movimento Cinque Stelle, Matteo Ricci, sindaco di Pesaro - Partito Democratico, Andrea Ruggieri, Forza Italia, Matteo Bassetti, direttore Clinica Malattie Infettive Policlinico San Martino di Genova, Paolo Mieli, giornalista e scrittore, Andrea Scanzi, Il Fatto Quotidiano, Valentina Petrini, giornalista, Antonella Boralevi, scrittrice, Gabriele Buia, Presidente Associazione nazionale costruttori edili ed Enrico Lucci,

 

 

I temi di attualità che verranno affrontati vertono sull'emergenza coronavirus e segnatamente sulla campagna vaccini. Sileri in giornata, a questo proposito, ha detto che "bisogna valutare la possibilità della singola dose per quanto riguarda Pfizer e Moderna, e fare la seconda più avanti rispetto a quanto previsto dalle linee guida, vista la carenza e il fatto che è dimostrato che la prima dose è comunque molto protettiva", ha affermato il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri, ospite di ’Timeline' su Sky Tg24, precisando che "la decisione spetta alla Cts in seno all’Aifa. Il principio non può essere molto diverso da chi ha avuto il virus e fa il vaccino entro i 6 mesi.

 

Una cosa è certa: si può andare oltre le 3, 4 settimane indicate". "Il meccanismo si inceppa a livello regionale: alcune Regioni sono indietro - rileva  Sileri - perché c’era già una sofferenza dei dipartimenti di prevenzione. Inoltre, c’è stato anche qualche ’furbetto del vaccinò, che è stato vaccinato non avendone ancora diritto". Il piano, comunque, sta andando avanti: "Si tratta di resistere ancora qualche settimana", sottolinea il sottosegretario, ricordando la quasi immunità di gregge raggiunta nella popolazione dei più anziani, la copertura garantita dai vaccini contro le varianti e un’ampia immunità assicurata dalla dose singola.