Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Carlo Verdone, il libro che racconta una vita: dal cinema alle emozioni dei ricordi

  • a
  • a
  • a

Classe 1950 e settanta anni compiuti da poco (il 17 novembre), Carlo Verdone è ormai diventato una leggenda del cinema italiano. Stasera 14 febbraio sarà ospite di Che tempo che fa, il programma condotto da Fabio Fazio su Rai 3, in cui presenterà la sua autobiografia. Si intitola La carezza della memoria (edizioni Bompiani) ed è la seconda, dopo che nel 2012 fu pubblicata La casa sopra i portici (sempre Bompiani), in cui Verdone raccontò in particolare la sua famiglia, dal padre Mario alla mamma Rosanna, fino ai primi film con il cognato Christian De Sica.

L'esordio nel cinema di Carlo Verdone risale al 1979, quando recitò una parte in La Luna. Fu il punto di partenza di una carriera strepitosa in cui ha collezionato successi indimenticabili, di cui spesso ha firmato la regia. La sua grande fantasia ha partorito personaggi entrati nella storia del cinema e l'elenco dei film cult di cui è stato regista è interminabile: da Un Sacco bello a Bianco rosso e verdone, da Troppo forteSono pazzo di Iris Blond, da Gallo CedroneGrande, grosso e... Verdone. E ancora. Lo stesso discorso per le pellicole in cui è stato attore, una quarantina circa.

Ma Carlo Verdone è anche sceneggiatore, produttore, doppiatore, protagonista del piccolo schermo, autore di documentari, cortometraggi e videoclip. Ha inoltre collezionato decine e decine di riconoscimenti. La vita privata. Nel 1980 si è sposato con Gianna Scarpelli da cui ha avuto due figli, Giulia e Paolo. Nel 1996 si sono separati, conservando però un ottimo rapporto. "I figli non dovevano soffrire - ha dichiarato Verdone - e siamo stati rigorosi nella scelta di andare d'accordo. Separati ma non divorziati". Non solo cinema, tv, radio, libri. Carlo Verdone è un grande appassionato di calcio, tifoso della Roma, e della musica, ottimo batterista.