Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Oggi in tv, sabato 13 febbraio, Linea Bianca in Alto Adige su Rai1: viaggio in Valle Aurina

  • a
  • a
  • a

Oggi torna l'appuntamento con “Lineabianca” su Rai1, in onda sabato 13 febbraio dalle ore 14. Il tradizionale format televisivo con la montagna protagonista è condotto da Massimiliano Ossini e Giulia Capocchi. Nella puntata odierna viaggio in Valle Aurina, in Alto Adige, al confine con l’Austria.

 

Il conduttore e Lino Zanni apriranno la puntata a quota 2.914 metri sul livello del mare, tradizionalmente considerata il punto più a nord del nostro paese. Poi ricche "finestre" legate a tecnologia, speleoterapia, effetti della foresta, castelli ed eccellenze enogastronomiche locali. La prima tappa è con la tecnologia e la sostenibilità ambientale: a Casere, nel comune di Predoi, all’interno di una vecchia casa di minatori risalente a più di 400 anni fa, il primo sistema di stoccaggio dell’energia ad idrogeno.
Poi il “respiro della Montagna”: a Predoi, il fascino delle miniere di rame e gli innegabili benefici della speleoterapia, ovvero la terapia in caverna che offre un microclima particolarmente benefico adatto alle persone con problematiche respiratorie.

 


Quindi una semplice passeggiata nel bosco, lasciando che gli abeti rossi, i larici e le betulle facciano effetto sul nostro corpo: a Campo Tures, all’inizio della Valle Aurina, un nuovo approccio meditativo, quello del “Bagno nel Bosco”, introdotto per la prima volta in Giappone, che permette di sperimentare gli incredibili effetti della foresta. Sito di controllo strategico per il transito delle merci da Venezia a Monaco di Baviera, punto dì riscossione delle tasse e luogo dove si amministrava la giustizia: nella valle di Tures, in posizione dominante tra le vette dolomitiche, storia e leggende del castello di Taufers, uno dei più belli e più grandi di tutta l’area tirolese. E infine le eccellenze locali: la tradizione dei formaggi e prelibate ricette con il graukaser, il formaggio “grigio” altoatesino dal sapore e dall’odore intenso proprio nel cuore della valle Aurina, nel contesto suggestivo di un antico maso.