Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Stasera in tv, 10 febbraio, La Caserma: terza puntata del reality di Rai 2: ospite Aldo Cazzullo | Video

  • a
  • a
  • a

Stasera in tv, mercoledì 10 febbraio, terza puntata del reality di Rai 2, La Caserma. Ecco alcune anticipazioni e l'ospite di oggi, il giornalista Aldo Cazzullo (di seguito anche un video che riassume alcuni passaggi delle puntate precedenti).

 

Il reality mette alla prova 21 ragazzi tra forza fisica, capacità di concentrazione, tenacia e fiducia in sé stessi. L’addestramento prevede anche occasioni per un approfondimento culturale: oggi infatti si terrà una lezione impartita da Aldo Cazzullo, giornalista, storico e scrittore. I concorrenti e i loro istruttori ascolteranno una storia che parla di donne in guerra, ma non solo. Un racconto che inizia da lontano: le donne hanno fatto tutte le guerre, a volte come vittime, altre come protagoniste. Cazzullo parlerà di Viktoria Savs, giovane soldato al fronte nella Prima Guerra Mondiale, in pochi conoscevano il suo segreto: era una donna. L’imperatore Carlo I d’Austria, colpito dalla sua storia, la decorò con la Croce al Merito. Ma anche delle "portatrici" della Carnia e dei cosiddetti "figli della guerra" messi in salvo dalle partorienti nell’Istituto San Filippo Neri di Portogruaro. Nel 1946, per la prima volta, le donne italiane poterono votare: nella Seconda Guerra Mondiale, in piena Resistenza, tante le personalità femminili che si sono distinte. Una su tutte: la partigiana Cleonice Tomassetti.

 

Intanto continuano le prove e quella di oggi vedrà un'esercitazione a squadre in esterna. Per la prima volta nell’addestramento verranno utilizzate delle riproduzioni di armi e gli allievi dovranno fronteggiare scenari ostili avendo in dotazione, di fatto, puntatori laser ed effetti sonori. Tra un addestramento e l’altro, i protagonisti hanno tempo per svagarsi, e alcuni ragazzi del gruppo dei primi entrati, con l’aiuto di una new entry, organizzano accuratamente uno scherzo, speranzosi di portarlo a termine con successo. Ci sarà poi spazio anche per una piccola "festa" di compleanno, sempre compatibilmente con le regole severe della caserma.