Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Sanremo 2021, Amadeus: "Ornella Vanoni ospite". Corteggiato Adriano Celentano

  • a
  • a
  • a

Ospite di primo piano al Festival di Sanremo 2021. Ornella Vanoni sarà alla kermesse canora che per la seconda volta consecutiva verrà condotta da Amadeus con il supporto dell’amico e collega Fiorello. A ItaliaSì, condotto da Marco Liorni su Rai1, il direttore artistico del Festival ha confermato in collegamento telefonico la notizia della partecipazione della Vanoni in qualità di ospite. “Ornella Vanoni salirà sul palco dell'Ariston”, ha detto il conduttore. Il Festival si svolgerà dal 2 al 6 marzo.

 


Amadeus ha inoltre smentito le indiscrezioni secondo le quali avrebbe meditato sulla possibilità di lasciare il Festival: “Io sono sempre stato disteso e mai nervoso, non ho mai voluto abbandonare Sanremo, c'è un lavoro che va avanti da maggio e figuriamoci se mi è passato per la testa anche solo un secondo di non fare il Festival”. Il Festival si farà senza pubblico.

Poi circola un nome per Sanremo 2021: Adriano Celentano. A quanto risulta all’Adnkronos, il ’Molleggiato' sarebbe stato contattato dal festival per un gran ritorno sul palco dell’Ariston. Celentano manca dal festival da 9 anni, da quando cioè nel 2012 fu partner di Gianni Morandi in due serate della kermesse canora. L’apparizione precedente, a sorpresa, avvenne invece nella serata finale del festival di Tony Renis del 2004. Secondo fonti qualificate riportate dall'agenzia di stampa, la presenza di Celentano sarebbe legata ad un progetto molto particolare che potrebbe vedere sul palco un altro numero uno dello spettacolo italiano: Roberto Benigni. Nei giorni scorsi erano circolate ipotesi di un ritorno del regista e attore premio Oscar, che l’anno scorso aveva partecipato al festival con una sua esegesi del Cantico dei Cantici.

 

Qualcuno aveva ipotizzato, infatti, che Benigni, appassionato di Dante, al quale ha dedicato diversi spettacoli, avrebbe potuto portare all’Ariston un omaggio al poeta fiorentino, di cui quest’anno ricorrono i 700 anni dalla morte. Ma le indiscrezioni erano state stroncate sul nascere dallo stesso Lucio Presta, manager degli impegni televisivi di Benigni e anche di Amadeus e considerato un pò il ’deus ex machina' del festival.