Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Stasera in tv 5 febbraio, i gialli italiani su Quarto Grado: i coniugi di Bolzano e Roberta Siragusa

  • a
  • a
  • a

Stasera in tv, 5 febbraio, su Rete 4 classico appuntamento del venerdì con Quarto Grado, il programma condotto da Gianluigi Nuzzi e Alessandra Viero dedicato ai thriller italiani, alla cronaca e ai gialli irrisolti. Come al solito la redazione e gli ospiti in studio e collegati affronteranno i casi delle ultime settimane. Ancora una volta grande attenzione sul caso di Bolzano, sui coniugi Peter Neumair e Laura Perselli, improvvisamente scomparsi. Il figlio Benno è in carcere ma continua a professarsi innocente. La sorella Madé Neumair è sconvolta e chiede che venga fatta giustizia. La donna di Benno è invece indagata per favoreggiamento e i suoi legali la dichiarano completamente estranea alla vicenda. Quale è la verità? Dove sono i corpi dei coniugi di Bolzano? E' stato davvero il figlio Benno a ucciderli? Quarto Grado prova ancora una volta a ricostruire cosa è accaduto nel giorno della scomparsa. 

Il programma di Rete 4 si occuperà ovviamente anche di altro. Negli ultimi giorni ancora due donne sono state uccise da fidanzati o ex, almeno stando alle ricostruzioni delle forze dell'ordine. Sono Roberta Siragusa e Sonia Di Maggio. Roberta a 17 anni è stata trovata in un dirupo nel territorio di Caccamo. Il corpo era mutilato e parzialmente bruciato. Il fidanzato 19enne è in carcere ma si dichiara innocente nonostante molte indizi fanno pensare il contrario. Secondo l'autopsia la ragazza è morta per asfissia. Era ancora viva quando le è stato dato fuoco? L'ha uccisa davvero Pietro Morreale? Aveva complici?

Sonia Di Maggio, invece, è stata brutalmente accoltellata da Salvatore Carfora. E' stata colpita a morte con diverse coltellate e l'uomo poco dopo è stato arrestato dalle forze dell'ordine. Giuseppina Cursano, presidente della commissione per le pari opportunità del Comune di Minervino e infermiera, ha cercato di salvare la donna con un massaggio cardiaco, ma non c'è stato niente da fare: era stata colpita con numerosi fendenti. Quarto Grado approfondirà anche altri due casi degli ultimi mesi. Il primo è quello di Rosina Carsetti, uccisa alla vigilia di Natale nella sua abitazione, l'altro è quello di Alberto Genovese, l'imprenditore di Milano in carcere per lo stupro della ragazza appena diciottenne e accusato da altre donne di violenza sessuale.