Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Lidia Schillaci: il padre ritrovato, l'amore, la musica e il successo a Tale e quale show

  • a
  • a
  • a

Ormai è una apprezzata cantante, una compositrice italiana capace di imporsi all'attenzione generale per aver partecipato a diverse trasmissioni televisive. Da Operazione trionfo a Ballando con le stelle (voce solista), ma ha avuto una parte anche nella serie Non smettere di sognare 2. Il grande pubblico l'ha poi incantato a Tale e quale show, il programma di imitazioni condotto da Carlo Conti. Ha partecipato all'edizione 2019, poi a quella 2020 nel torneo dei campioni.

Lei è Lidia Schillaci. Nata a Palermo, compirà 37 anni il 28 marzo. Appassionata di musica sin da bambina, ha frequentato il conservatorio di Trapani dove ha studiato il pianoforte. Poi il canto e nel 1996 le prime lezioni nella scuola Brass Group di Palermo. Inizia le collaborazioni con diversi cantanti e la più importante è senza dubbio quella con Eros Ramazzotti che nel 2006 affianca, sostituendo i duetti dell'artista con Anastacia. L'esperienza con Max Pezzali, la scrittura di diverse colonne sonore per la tv, la partecipazione a Quelli che il calcio e il Festival della luce, invitata dall'astronauta Samantha Cristoforetti. Poi l'esplosione con Tale e quale show già descritta. Detto che non è parente dell'ex calciatore Totò Schillaci, la sua infanzia è stata difficile per l'abbandono del padre, quando lei era ancora piccola. Poi è tornato a cercare lei e i suoi fratelli.

All'inizio i rapporti sono stati complessi, ma via via la situazione è diventata serena, come ha ammesso la stessa Lidia. Sulla sua vita privata è sempre molto riservata, ma in una puntata di Vieni da me, condotta da Caterina Balivo, ha ammesso di essere fidanzata con un ex maestro di Ballando con le stelle, Luca Favilla. Le sue cantanti preferite sono Whitney HoustonAretha FranklinDionne WarwickElla Fitzgerald. Oggi, martedì 2 febbraio, sarà su Rai 1, parteciperà come "affetto stabile" al programma Oggi è un altro giorno condotto da Serena Bortone