Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Marco Giallini, la morte della moglie: "Ha chiuso gli occhi e si è accasciata tra le mie braccia"

  • a
  • a
  • a

Giorgio Panariello e Marco Giallini a partire da giovedì 4 febbraio presenteranno su Rai 3 il nuovo programma dal titolo Lui e peggio di me. Musica, spettacolo, interviste e grandi ospiti nella trasmissione che dovrebbe andare avanti per almeno quattro puntate. Stasera, domenica 31 gennaio, il format sarà presentato durante la puntata di Che tempo che fa, condotta da Fabio Fazio su Rai 3. Giallini negli ultimi anni è diventato un vero e proprio punto di riferimento del cinema italiano, ma ha ottenuto successo anche in tutti i suoi impegni in televisione. Un attore punto di riferimento, molto ammirato e amato.

Nato a Roma, classe 1963, arriva da una famiglia operaia e ancora adesso risiede a Fonte Nuova, un comune in provincia della capitale. Dopo aver svolto diversi lavori da ragazzo, come imbianchino e venditore di bibite, si è avvicinato al cinema e allo spettacolo. Nel 1993 si è sposato con Loredana, suo grande amore, da cui ha avuto due figli, Rocco e Diego, nati rispettivamente nel 1998 e nel 2004. Giallini è stato colpito da una tragedia nel 2011 quando ha perso proprio la moglie, colpita da una emorragia cerebrale. Stavano per partire per le vacanze e lei da qualche giorno accusava forti mal di testa. In una intervista a Vanity Fair lui ha raccontato gli attimi di quella tragedia: "Ha chiuso gli occhi e mi si è accasciata fra le braccia mentre chiacchieravamo. Io le parlavo all’orecchio, ma mi sono accorto che parlavo da solo. Ha vissuto altri due giorni, senza riprendere conoscenza". Marco Giallini è stato sempre molto innamorato di lei. Giallini si è buttato ancora di più sul lavoro, anche per cercare di superare un dolore che prova ancora oggi. 

Giallini ha diversi hobby. E' un grande appassionato di musica rock e collezionista di dischi in vinile. I suoi gruppi preferiti sono Clash, Who e Sex Pistols. Un'altra sua grande passione sono le moto, in particolare adora le Triumph. Quando ha girato Romanzo Criminale, si stava rimettendo da un incidente che gli aveva procurato 52 fratture. Gli amici lo chiamano da sempre Giallo e uno di loro è Valerio Mastandrea: si conoscono da decenni.