Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Linea verde tra la natura della Sardegna e la campagna alle porte di Roma

  • a
  • a
  • a

Una domenica in viaggio tra la Sardegna e le bellezze della campagna intorno a Roma. E' la ricetta della puntata di Linea Verde del 31 gennaio in onda alle 12.20 su Rai 1. Un appuntamento dedicato ai profumi del mediterraneo annusando la natura selvaggia dell'isola e i profumi del verde appena fuori dalla Capitale. Una terra di grandi eccellenze grandi produzioni tradizionali. Ingrid Muccitelli e Beppe Convertini si troveranno in un’azienda agricola alle porte di Roma, portata avanti da una famiglia ricca di passioni: la produzione di formaggi, le composizioni floreali e l’allevamento di cavalli.

In Sardegna si partirà parlando del mirto insieme alla signora Rosa. Le origini di questo prodotto sono antichissime. Il liquore ottenuto dalle sole bacche, o dalle bacche e le foglie, fa parte della tradizione popolare dell'isola. Per le sue proprietà, il Mirto di Sardegna s'inserisce fra i digestivi, pertanto va degustato dopo i pasti, anche se molte persone lo gradiscono anche come aperitivo. Il modo migliore di apprezzarlo è consumarlo ghiacciato, versato da bottiglie tenute in congelatore.

Dopo le telecamere di Linea verde si sposteranno a Domusnovas ed entreranno in una grotta unica al mondo che è stata riconosciuta monumento naturale. La grotta è un bell'esempio di fenomeno carsico. Il fenomeno carsico che la generò è dovuto allo scorrere di un fiume sottorraneo che ne provocò il cedimento di una massa calcarea rocciosa. Fino a non molto tempo fa era una delle poche grotte al mondo che potevano essere percorse in auto. Non possono mancare i piatti tipici dell'isola come le seadas, i dolci caratteristici della sardegna o le produzioni di qualità come quella dei carfioci di Samassi. Durante la puntata ci sarà anche l'incontro con una delle imprenditrici più innovative d’Italia: Daniela Ducato. Peppone infine una grande e fiera famiglia sarda trapiantata nel cuore della romanità: Trastevere.