Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Patty Pravo, gli amori della Divina: cinque matrimoni e quello celtico con Riccardo Fogli

Marianna Castelli
  • a
  • a
  • a

E' da sempre considerata una delle signore della musica italiana e secondo alcune statistiche soltanto Mina ha venduto più dischi di lei tra le donne italiane della canzone. La Divina è Nicoletta Strambelli, da tutto il Paese (e non solo) conosciuta con il suo nome d'arte: Patty Pravo. Nata a Venezia, 73 anni il prossimo 9 aprile, dal punto di vista musicale non ha bisogno di presentazioni. Nell'arco della sua carriera iniziata al Piper di Roma, che ebbe nel primo disco del 1966 (intitolato Ragazzo Triste) un avvio folgorante, ha incontrato i più grandi della musica italiana. Tutti. Del resto ben 31 sono gli album che ha pubblicato, tra cui 4 live. Ora è una delle componenti della giuria del programma Rai 1 Il cantante mascherato edizione 2021. 

Ma Patty Pravo non ha rapito l'attenzione generale solo per le sue esibizioni sul palco e le incisioni musicali. E' stata al centro dell'attenzione anche della vita mondana. In campo sentimentale non si è risparmiata. Oltre a una collezione interminabile di flirt, ha avuto la bellezza di cinque mariti, con cui ha sempre divorziato. Il primo matrimonio in Inghilterra. Era il 1968 e si unì con il batterista inglese Gordon Angus Faggetter con cui complessivamente è stata legata per quattro anni. E' il 2 febbraio 1972 quando si presenta in Campidoglio e si sposa con l'arredatore Franco Baldieri, un matrimonio a sorpresa che finisce qualche settimana dopo: lei lo lascia. Ancora un marito inglese. Stavolta si sposa a Bali, è il 1976 e lui è il chitarrista Paul Jeffery.

Ma contemporaneamente frequenta anche il bassista statunitense Paul Martinez e anche in questo caso arrivano le nozze, stavolta in California: è il 1978. Il quinto nome è quello di John Edward Johnson, ancora un chitarrista e sempre americano. Otto anni più giovane: siamo nel 1982 e le nozze vengono celebrate a San Francisco. Secondo la legge italiana si tratta di bigamia: ancora non aveva sciolto il legame con Baldieri. E in mezzo c'è anche una cerimonia che non è stata considerata valida in Italia perché celebrata con il rito celtico in Scozia, a Gretna Green. Era il 1973 e in quella occasione lui era Riccardo Fogli che aveva abbandonato i Pooh anche per lei.