Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Cortina 2021, Gianna Nannini alla cerimonia dei mondiali di sci ma la polizia protesta: "Vergognoso il suo video contro gli agenti"

  • a
  • a
  • a

Gianna Nannini a Cortina 2021. Protesta la polizia che non vuole l'artista senese a cantare alla cerimonia d'apertura (il prossimo 7 febbraio) dei mondiali di sci. Le frizioni fra Gianna Nannini e i sindacati di polizia sono freschissime.

La polizia aveva chiesto a Gianni Nannini le sue scuse dopo la pubblicazione del video "L'aria sta finendo", in cui si vedono gli agenti in divisa con facce da maiali picchiare persone di colore inermi. 

 

Domenico Pianese, segretario generale del sindacato di Polizia Coisp, ha chiesto agli organizzatori dei Campionati del mondo di sci alpino che stanno per iniziare a Cortina, di "riflettere sull’inopportunità di ospitare alla cerimonia istituzionale dell’apertura Gianna  Nannini. La cantante infatti ha recentemente lanciato una canzone accompagnata da un videoclip profondamente lesivo dell’immagine e dell’impegno delle Forze di Polizia. Ai mondiali di sci - prosegue - coloro che Nannini ha rappresentato come dei maiali si occuperanno della sicurezza di tutti: dagli atleti alle persone che quotidianamente lavorano per assicurare lo svolgimento di questa grande manifestazione internazionale. Riteniamo perciò doverosa una valutazione sulla scelte fatte."

"Quella della Nannini è stata un’operazione commerciale ridicola, di bassa lega e che ha anche sortito gli effetti contrari. Che lei, dopo quel video vergognoso, sia invitata ad inaugurare i mondiali di sci a Cortina ci lascia perplessi. Mi domando chi ha organizzato l’evento cosa gli sia passato per la testa", ha detto Franco Maccari del Fsp Polizia di Stato,

 

 

"La presenza della Nannini non è affatto opportuna. Tra le altre cose non ha alcun titolo sportivo da poter vantare. Lasci perdere. Il suo dietrofront di scuse è stato parziale e di certo non è sufficiente dopo quel video. Lo ha fatto solo per smarcarsi da un’eventuale azione giudiziaria. I suoi intendimenti erano chiari e il video è sufficientemente esplicito e inequivocabile", ha affermato. all’Adnkronos l’ex Segretario della Commissione Parlamentare Antimafia ed ex sindacalista Gianni Tonelli, ora nella Lega,