Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Roberto Bolle, vecchie abitudini in passato: "Per anni ho mangiato solo brioches e piatti precotti. Mi stavo rovinando"

Esplora:

  • a
  • a
  • a

Roberto Bolle è uno dei ballerini più conosciuti di danza classica a livello internazionale. Per mantenere lo splendido fisico, Bolle, soprattutto ora che ha 45 anni, deve fare enormi sacrifici dal punto di vista fisico e alimentare. "Il corpo è il nostro strumento di lavoro e per questo va tenuto sempre in perfetta forma. Io mi alleno circa 7-8 ore al giorno - ha spiegato in una vecchia intervista -. Tutto movimento aerobico, niente pesistica. I nostri ‘pesi’ sono le ballerine. Serve una grande disciplina, non ci si può fermare mai. Su un ballerino anche due giorni di inattività pesano", ha aggiunto.

 

 

Eppure c’è stato un tempo in cui anche Roberto Bolle, da giovanissimo, non era molto attento alla sana alimentazione: "Brioches e piatti precotti sono stati per anni la mia cena. Tornavo a casa stremato, non ce la facevo a spadellare. Mi tornava molto più semplice scartare qualche confezione sul divano - ha affermato -. A un certo punto ho capito che mi stavo rovinando. Dovevo chiudere con quell’anarchia alimentare". Ora altro regime: "Evito il più possibile la carne, prediligo il pesce, tanta verdura e frutta, anche quella secca, alla pasta preferisco il riso, bevo moltissima acqua - ha spiegato -. Strappi alla regola? Quando ho delle voglie particolari un bel piatto di pasta, il cioccolato e un bicchiere di buon vino".