Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Alberto Genovese, il racconto shock di Kristina: "Aveva la sindrome dello sceicco. A Ibiza trovammo una ragazza nuda tra gli escrementi"

  • a
  • a
  • a

Il caso di Alberto Genovese resta al centro dell'attenzione mediatica. E giorno dopo giorno sono sempre di più le persone che hanno partecipato alle sue feste e che decidono di parlare. Come è accaduto con Kristina durante Live Non è la D'Urso che ha raccontato di aver conosciuto l'imprenditore milanese arrestato per violenza sessuale, quando aveva appena 18-19 anni. Un ragazzo la invitò in piscina e finirono da lui, verso sera sono iniziate arrivare altre persone, mentre lei aveva respinto la corte proprio di Genovese intanto "circolava alcol e droga". La ragazza ha partecipato in tutto ad una ventina di feste. "Lui era sempre molto fisico. Si avvicinava a tutte le ragazze, ballava in modo provocante, ma tutte lo accettavano visto che era lui che offriva". Kristina ha parlato addirittura di una specie di "Sindrome da sceicco, anche perché di uomini oltre a lui ce n'erano sempre pochi. E Kristina racconta anche di essere stata a Ibiza: "Ho preso il suo aereo molte volte. In una eravamo quattro ragazze (di cui tre modelle), un ragazzo e lui. Una di loro, che veniva dalla Lituania, ha cominciato a provarci con lui. Dopo poche ore si sono chiusi in camera e non li abbiamo visti per tre giorni". Quando la vacanza è finita e tutti se ne sono andati, "noi l’abbiamo ritrovata in una camera, a letto, addormentata nuda fra i suoi escrementi. Non so cosa sia successo, posso supporre. L’hanno messa sotto la doccia, dov’è rimasta per un’ora. Non ha voluto un'ambulanza, forse perché aveva assunto droghe. Ha smesso di parlare, camminava a gambe divaricate, una scena che non posso dimenticare. Noi stupidamente pensavamo che fosse colpa sua, perché reduce dall’uso di sostanze stupefacenti. Oggi capisco che forse abbiamo sbagliato a giudicare". Clicca qui per ascoltare una parte dell'intervista.