Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Caso Genovese, drammatico racconto dell'amica della vittima: "Mi ha detto che in stanza c'erano più uomini e il letto era pieno di sangue" | Video

  • a
  • a
  • a

Caso Genovese, ecco cosa è avvenuto la sera della violenza sessuale sulla ragazza di appena 18 anni dopo la festa a Terrazza Sentimento. E' il racconto dell'amica della giovane. E' stato Quarto Grado, nella puntata di venerdì 11 dicembre, a mandare in onda un servizio sulle dichiarazioni rilasciate agli inquirenti dalla ragazza che era andata alla serata in compagnia della vittima. Dal programma condotto da Gianluigi Nuzzi e Alessandra Viero emergono ulteriori particolari raccapriccianti sullo stupro. L'amica ha lasciato l'appartamento di Genovese senza riuscire ad avere un contatto con la vittima. Ha ricevuto messaggi il giorno dopo: la diciottenne le chiedeva di raggiungerla e le spiegava che la situazione era diventata pericolosissima e di tenersi pronta per chiamare la Polizia.

Drammatica la parte del racconto in cui parla di quando si sono incontrate: "Si è presentata con un paio di pantaloni di una tuta di colore nero e un cardigan rosso. Sotto il suo intimo, un calzino corto, un piede era nudo. Un solo stivaletto in mano, mentre, nell'altra il suo cellulare e un pacchetto di sigarette". Piangendo a dirotto le avrebbe subito detto di essere stata violentata e che in stanza c'erano più uomini. Ha lamentato dolori alla mandibola e al bacino e le ha fatto vedere i lividi che aveva sulle braccia, sulle gambe, sui polsi e dietro, sui fianchi. La diciottenne, inoltre, le ha raccontato di aver tirato cocaina in camera di Alberto, che era stata legata ai polsi. Quando si è svegliata era completamente nuda e ha visto il letto pieno di sangue. Clicca qui per il video del racconto dell'amica della vittima.