Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Caso Alberto Genovese, colpo di scena: gli avvocati della ragazza violentata rinunciano al mandato. "Dopo Quarto Grado non seguiremo più il caso"

  • a
  • a
  • a

Colpo di scena nel caso Alberto Genovese, l'imprenditore milanese arrestato per una presunta violenza sessuale nei confronti di una ragazza di 18 anni che avrebbe anche drogato. I legali Luca Procaccini e Saverio Macrì hanno deciso di non voler più far parte della difesa della giovane e anche i medici che fino ad ora l'hanno seguita, smettono di occuparsi della vicenda. Cosa è accaduto? Come scrive lo stesso Procaccini (nella foto), la decisione è stata presa in seguito alle notizie diffuse nella serata di venerdì 4 dicembre dalla trasmissione Quarto Grado, condotta da Gianluigi Nuzzi e Alessandra Viero. In un servizio, infatti. sono stati ricostruiti i contatti che sarebbero avvenuti tra la ragazza e persone dell'entourage di Alberto Genovese. Da qui la scelta di avvocati e medici di lasciare il caso "vere o false che siano" le notizie "che vanno lette unitamente ad una ulteriore serie di circostanze", scrive Procaccini. Nel servizio di Quarto Grado si è parlato di un misterioso pranzo del 28 novembre in un noto ristorante di Milano, tra la diciottenne, un suo amico fidato e tre persone vicine a Genovese. Alla fine la ragazza si sarebbe recata nello studio dell'avvocato Luigi Liguori per farsi assistere da lui. Clicca qui per vedere il servizio di Quarto Grado.