Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Iconize e la finta aggressione omofoba, Soleil Stasi lo attacca ancora a Pomeriggio5: "Da lui solo bugie, vuole passare per vittima" | VIDEO

  • a
  • a
  • a

Non si placa la polemica intorno a Iconize, l'ex fidanzato di Tommaso Zorzi che ha finto di aver subito una aggressione omofoba. Dopo la versione dei fatti raccontata dallo stesso Iconize nella puntata di domenica 18 ottobre di Live non è la D'Urso, è arrivata la replica di Soleil Stasi, che ha di nuovo smentito a Pomeriggio5 di lunedì 19 la versione raccontata dall'ex di Zorzi: "Mente ancora, è incredibile", ha affermato davanti a una Barbara D'Urso sbigottita.

 

 

"Lui sta continuando ad arrampicarsi sugli specchi, a passare per vittima - ha spiegato Soleil -. Non era una porta… Lui sta continuando a cercare di venire qui. La relazione di cui ha parlato risale a 3 anni fa con un ragazzo che poi l’ha tradito nel suo letto con un’amica e comunque avevano una relazione aperta". Il racconto di Soleil Stasi su Iconize e la finta aggressione è poi andato avanti: "Non è stato autolesionismo, è capitato in un altro modo che lui mi ha spiegato precisamente. Magari ha anche preso dei tranquillanti o bevuto, ma quella sera lui non era distrutto, anzi, era a casa mia ed era felicissimo, ci eravamo appena rivisti dopo la quarantena. Lui, dopo essere stato a casa mia, è tornato a casa sua e io il mattino dopo mi sono svegliata con questo video sui social. Lo ha fatto per strumentalizzare, come fa spessissimo". Dal giornalista Francesco Fredella è arrivato l'affondo finale: "Fingere un'aggressione è reato", ha detto.

 

 

Nel finale della puntata Iconize ha contattato la trasmissione ribadendo la sua versione dei fatti. Difficile stabilire a questo punto chi stia mentendo.