Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Enrico Piaggio, chi era l'inventore della Vespa. Carriera, vita privata e la morte improvvisa

  • a
  • a
  • a

La storia di Enrico Piaggio in prima serata su Rai1 martedì 8 settembre. Nella fiction l'inventore della Vespa è interpretato da Alessio Boni, ma chi era Enrico Piaggio? Nato a Genova nel 1905 è morto 60 anni dopo a Montopoli in Val d'Arno. Si è laureato nel 1927 in Economia, per poi entrare nell'azienda di famiglia ed ereditarla dal padre nel 1938. La Piaggio & C si occupava della produzione di arredi navali e materiale rotabile, ma durante la seconda guerra mondiale l'impresa subì numerose devastazioni e sottrazioni di materiale. Nel dopoguerra così Enrico Piaggio decide di avviare negli stabilimenti toscani un percorso imprenditoriale del tutto nuovo, incentrato sulla produzione industriale di un mezzo di trasporto semplice, a due ruote, leggero e a basso costo. Il nuovo prodotto ribattezzato Vespa per via del suono del motore e delle forme della carrozzeria viene brevettato nell’aprile del 1946. Le vendite testimoniano il successo del prodotto. Per quanto riguarda la vita privata, Piaggio fu ferito nel 1943 nella hall dell’Hotel Excelsior di Firenze da un ufficiale della Repubblica di Salò, perché non si era alzato durante il discorso alla radio del generale Rodolfo Graziani contro gli alleati. Trasportato in fin di vita all’ospedale, Piaggio venne salvato grazie all’asportazione di un rene. L'imprenditore si sposò con Paola dei conti Antonelli, vedova del colonnello Alberto Bechi Luserna, del quale adottò la figlia avuta da Paola, Antonella Bechi Piaggio, che andò poi sposa a Umberto Agnelli. Morì nel 1965, sentendosi male mentre si trovava in ufficio durante uno sciopero nella sua fabbrica.