Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Juwara, il ragazzo venuto con il barcone che ha fatto gol all'Inter

Nicola Uras
  • a
  • a
  • a

"Sono contentissimo per questa giornata, è il mio primo gol in A. Ringrazio il mister che mi ha fatto giocare contro l’Inter. Sto lavorando bene in allenamento, ma non pensavo sarei entrato. Il mister mi ha dato fiducia. È un grande sogno, lo ricorderò per tutta la vita" le prime parole di Musa Juwara, attaccante del Bologna, dopo la vittoria degli emiliani a San Siro. Il giovane gambiano ha firmato il gol del momentaneo 1-1 avviando la rimonta emiliana sull'Inter. Sembra lontanissimo quel giugno di 2016 quando Musa, scampato al mare, era arrivato con il barcone a Messina. Senza saper nuotare. Il suo viaggio era iniziato molto prima, insieme al fratello.

Dal Gambia al Senegal, poi ha attraversato Mali, Burkina Faso, Niger e Libia. Lì l'approccio agli scafisti, la partenza insieme ad altri 79, il salvataggio in mare da parte di una Ong tedesca. Da Messina viene portato a Ruoti, in provincia di Potenza. Nel piazzale dell'accoglienza fa vedere che con il pallone ci sa fare, lo nota la Virtus Avigliano che lo fa giocare con gli Allievi. Poi i provini alla Juve, all'Inter, ma è più svelto di tutti il Chievo che - dopo una battaglia legale con la Fifa - riesce a metterlo sotto contratto. Poi il Bologna e quel Mihajlovic che di giovani se ne intende (fu lui a lanciare Donnarumma) e li fa giocare. Goditela Musa.