Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Turismo, numeri da primato regionale: merito di Don Matteo

Filippo Partenzi
  • a
  • a
  • a

Si rafforza sempre più la partnership tra il Comune e il ConSpoleto. Dopo la convenzione firmata nel 2015, grazie alla quale era stato possibile portare in città oltre 3.000 turisti, l'amministrazione ha ritenuto "opportuno consolidare la collaborazione per migliorare ed incrementare l'indotto del turismo sportivo". A fornire i dettagli dell'operazione è la deliberazione della giunta comunale pubblicata nell'albo pretorio dell'Ente: con il consorzio degli albergatori locali è stata elaborata una serie di iniziative ad hoc "da realizzarsi durante l'anno" e da finanziare attraverso uno stanziamento di 8 mila euro provenienti dalla tassa di soggiorno. Alcune di queste hanno già avuto luogo, come per esempio il torneo di scacchi (gennaio), il campionato nazionale di karate (febbraio), l'Open di ginnastica ritmica (aprile) e lo "Spoleto funning festival" (giugno), mentre altre si svolgeranno a breve, tra cui la tre giorni dedicata alle arti marziali (dal 21 al 23 ottobre) e i campionati nazionali di ginnastica ritmica (dal 10 all'11 dicembre). In totale le varie manifestazioni nell'arco dei 12 mesi, secondo le stime, porteranno a Spoleto circa 5.000 persone tra visitatori e sportivi. In questi giorni inoltre il Comune ha autorizzato l'erogazione di un contributo pari a 87.000 euro, in deroga al blocco degli impegni di spesa deciso dalla giunta a luglio al fine di salvaguardare gli equilibri di bilancio, per finanziare le operazioni che hanno reso possibile la decima stagione della serie televisiva "Don Matteo". La fiction Rai, infatti, "si è rivelata un importantissimo canale di promozione per la città e del territorio. La nuova edizione - è scritto nella deliberazione - ha ripetuto e anzi incrementato il successo di quella precedente in termini di spettatori della fiction, con una media di 8 milioni e con uno share del 30% a puntata, confermandosi come la fiction più seguita della televisione, ma soprattutto di fan e turisti che sono venuti e continuano ad arrivare a Spoleto per visitare i luoghi della nostra città che sono stati sede della fiction". E i risultati si stanno vedendo. "Con la messa in onda delle puntate su Rai Uno e Rai International, che veicolano con efficacia l'immagine di Spoleto e dell'Umbria in Italia ed in molti paesi esteri, la città ha goduto di un rilevante incremento delle presenze turistiche. Basti vedere i dati ufficiali delle presenze nei primi 6 mesi del 2016 che hanno visto un incremento dei flussi turistici di oltre il 20%, a fronte di un aumento medio regionale del 10%".