Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Music for sunset, nuova edizione in arrivo: il programma

Sabrina Busiri Vici
  • a
  • a
  • a

Music for sunset approda all'Isola Maggiore il 23 e 24 luglio e lo fa con un naufragio d'eccezione, La Tempesta di Shakespeare. Per i 400 anni del Grande Bardo, il festival musicale, ideato da Sergio Piazzoli, oggi con Gianluca “Prinz” Liberati alla direzione artistica, prende la strada delle collaborazioni e della produzioni e per farlo si guarda intorno e trova ottimi partner. A proposito di compagni di viaggio, l'associazione umbra della Canzone e della Musica d'autore fa squadra con il Teatro di Sacco, in particolare con l'attore-regista Samuele Chiovoloni. A loro si uniscono Psiquadro con il know how dell'Isola di Einstein alla Polvese, la sapienza dell'Isola del libro e l'internazionalizzazione dell'Università per gli Stranieri che sfodera il progetto Turandot. La rete si è stretta sulle suggestioni dell'isola e di quel tramonto che spinge alla contemplazione per sintetizzarsi in una linea artistica che rimanda alle radici, alla terra, alla natura. “I soldi sono pochi - premette la presidente dell'associazione, Lucia Fiumi - e nell'attesa che qualche istituzione si accorga di questa realtà, noi andiamo avanti unendo le forze e cercando di arricchirci ogni anno di più”. Il programma della due giorni sulle acque del Trasimeno, tutto a ingresso gratuito, inizia sabato 23 e al centro ha l'antica storia del mago Prospero, che per l'occasione diventa itinerante. Sul fronte musicale l'ospite della serata sarà Demo Artegiani, vincitore del Premio Lucio Dalla 2016. La giornata comunque, ha molto altro ancora: dalla presentazione del libro Pescatori del Trasimeno di Alvaro Masseini con la partecipazione di Valter Sembolini della cooperativa Pescatori del Trasimeno a degustazioni di vini fino al concerto di musica tradizionale cinese e di musica classica. Anche la scienza di Psiquadro si inserirà tra le note per parlare al pubblico di Music for sunset. La seconda giornata trascorrerà tra passeggiate musicali, scienza e angoli letterari per arrivare alla performance di danza a cura dell'Inc InNprogressCollective Atelier con le coreografie singolari e geniali di Afshin Varjavandi. Evento clou, il concerto di musica folk sperimentale del cantautore e percussionista siciliano Alfio Antico. L'artista ha una storia tutta da raccontare: pastore, impara dalla famiglia a cantare e suonare i tamburi tradizionali, si accorge di lui Eugenio Bennato che lo lancia e gli apre una carriera da percussionista tanto da arrivare a suonare con Capossela, Dalla, De Andrè e Consoli. All'Isola Maggiore, Alfio porterà il suo ultimo lavoro, Antico. A completare la domenica ci sono le sonorizzazioni in riva al lago di Chiskee, la presentazione del progetto Foroba Yelen, ovvero come trasformare l'ombra dell'albero in luce, a cura di Matteo Ferroni e Fertile. Il desiderio che spinge la vita, il progetto dell'artista umbra Elisa Tonelli tra musica e teatro. E mentre l'organizzazione promette anche altre sorprese da svelare via via, Lucia Fiumi ci tiene a ricordare l'attenzione che nella scorsa edizione ha dedicato alla manifestazione Radio 3 Rai. La popolare trasmissione Battiti, da sempre palcoscenico privilegiato in Italia per l'avanguardia musicale internazionale, ha trasmesso la registrazione del concerto di Paolo Angeli e Iva Bittova, prodotto dal festival nella scorsa edizione.