Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Masterchef 9, ecco chi sono i 4 finalisti della nona edizione del cooking show di Sky Uno

Mauro Barzagna
  • a
  • a
  • a

Semifinale vietata ai deboli di cuore nella cucina di Masterchef 9, dove al termine di quattro sfide ad altissima tensione sono stati designati i quattro finalisti del cooking show in onda su Sky Uno. Si tratta di Davide, Antonio, Marisa e Maria Teresa. Avventura al capolinea, invece, per Nicolò, eliminato dopo il Pressure Test che lo vede opposto ad Antonio, Marisa e Maria Teresa, in cui si tratta di preparare un piatto a base di estro, tecnica, senso estetico e conoscenza delle materie, partendo da un unico ingrediente estratto a sorte e cucinato in quattro consistenze diverse. La semifinale inizia con una Mistery Box all'insegna dei sentimenti. I cuochi amatoriali rimasti in gara devono presentare ai giudici Antonino Cannavacciuolo, Bruno Barbieri e Giorgio Locatelli la rielaborazione di un piatto scelto da persone alle quali è molto legato: Marisa avrà a che fare con lo spezzatino di mamma Bettina, Davide con il risotto al taleggio e radicchio portato dall'innamoratissima moglie Monica, Antonio con la paella scelta dal compagno Daniel, Maria Teresa con il tortino di bietole su purè di fave bianche della mamma Carla e Nicolò con gli gnocchi alla romana portati dal fratello. Vince proprio Nicolò, che guadagna il vantaggio di poter scegliere il piatto da cucinare all'Invention Test, nel quale i cinque semifinalisti del cooking show dovranno replicare due piatti cult degli chef Bruno Barbieri e Antonino Cannavacciuolo, seguendoli mentre li preparano davanti a loro. Nicolò sceglie il germano con astice di Barbieri per sé, Maria Teresa e Marisa, mentre assegna le linguine alle vongole di Cannavacciolo ai colleghi uomini Davide e Antonio. Sfida divertente da vedere anche per la curiosa sfida nella sfida fra i due chef: Barbieri parla continuamente e spiega, Cannavacciuolo è più taciturno ma fa in modo che i suoi due "alunni" lo seguano osservando i vari passaggi. Vince Marisa, che incassa un complimento non da poco da chef Antonino: "Hai lavorato molto bene, se avessi messo più salsa ti avrei assunto a Villa Crespi". Marisa può giocare il vantaggio nella prova in esterna, in cui i cinque concorrenti cucinano in brigata nella cucina dello chef 8 stelle Michelin, Yannick Alléno, a Parigi. Marisa può scegliere i piatti da assegnare: a se stessa assegna la triglia, a Davide il bianco mangiare zucchine e pistacchi, a Niccolò la “zuppa improbabile”, a Maria Teresa il piccione a doppia lavorazione e ad Antonio il dolce. Fra la sorpresa generale e qualche rimpianto da parte di Marisa, il vincitore è Davide che conquista il diritto di accedere direttamente alla finale, mentre gli altri quattro dovranno conquistarselo con il Pressure test. A Nicolò costa caro lo scarto di lavorazione che Giorgio Locatelli trova nel suo piatto. Al Pressure Test - piatto in quattro consistente partendo da un unico ingrediente - sono sudori freddi: Marisa avrà un pomodoro, Maria Teresa una mozzarella, Nicolò uovo e Antonio un mango. Prova difficilissima che Nicolò affronta commettendo più di un errore tecnico, alle soglie della finale viene eliminato. Il vincitore della nona edizione di MasterChef Italia verrà incoronato nella puntata di giovedì 5 marzo alle 21,15 su Sky Uno.