Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Vitali presenta il libro a teatro

Federico Sciurpa
  • a
  • a
  • a

Cosa c'è di meglio, per riprendere una stagione 2016 fatta di successi, emozioni e grandi libri, se non incontrare uno dei più letti e amati autori italiani di sempre? Andrea Vitali, scrittore che vanta oltre tre milioni di affezionati lettori, sarà il protagonista del prossimo incontro di “Intrecci”, la rassegna di dialoghi sulla Bellezza nel cuore medievale di Bevagna voluta da Claudio Cutuli. Dopo il grande successo di dicembre, l'edizione 2016 riprende con Vitali gli eventi, che accompagneranno i tantissimi frequentatori dall'inverno alla primavera. L'occasione è offerta dalla presentazione del nuovo romanzo di Vitali, La verità della suora storta (Garzanti). Appuntamento venerdì 11 marzo, alle ore 21, al Teatro Torti di Bevagna. Una conversazione con Francesco Chiamulera, direttore artistico di Intrecci. Andrea Vitali è uno dei più noti e apprezzati narratori italiani contemporanei. Ha scritto, tra gli altri, con Garzanti Una finestra vistalago (2003), La signorina Tecla Manzi (2004), La figlia del podestà (2005, premio Bancarella 2006), La modista (2008, premio Ernest Hemingway), Almeno il cappello (2009, premio Procida Isola di Arturo Elsa Morante; premio Campiello sezione giuria dei letterati; finalista al premio Strega), La leggenda del morto contento (2011), Galeotto fu il collier (2012). Nel 2008 è stato premio letterario Boccaccio per l'opera omnia. La nuova storia si apre con Sisto Santo che ha la manualità e la fantasia giuste del meccanico di rango. Da ragazzo ha riparato perfino una Peugeot 403 senza fare una piega, lasciando a bocca aperta il Scatòn, il suo capo officina che i diesel manco li conosceva. Però adesso fa il tassista. Si è comprato un Millenove e aspetta i clienti alla stazione ferroviaria di Bellano. Oggi gli è capitato un fattaccio. Una donna è arrivata dopopranzo, poco prima che dalla radiolina partisse la sigla di "Tutto il calcio minuto per minuto". Non che fosse importante: ultima giornata; campionato 1970 già bell'e andato al Cagliari, però... Gli ha chiesto di essere portata al cimitero. Ma poi, arrivati là, il Sisto si è accorto che la donna era morta. Proprio lì, sul sedile posteriore. Un guaio mica da ridere. L