Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

"Linea Verde", oggi domenica 17 maggio su Rai1 alla scoperta della Ciociaria: le anticipazioni

Federico Sciurpa
  • a
  • a
  • a

"Linea Verde” oggi domenica 17 maggio alle 12.20 su Rai1, andrà in Ciociaria. Una puntata ricca con in primo piano un'antichissima regione abitata dall'alba della civiltà, dove l'agricoltura è sempre stata alla base dell'economia, come racconta anche Virgilio attraverso il mito di Saturno: tutta l'agricoltura ha bisogno di 4 elementi che sono fondamentali affinché possa essere prodotta, il fuoco del Sole, l'acqua per irrigare, l'aria per fare respirare la pianta e la terra per nutrirla e farla crescere. In compagnia di Ingrid Muccitelli, si inizierà il viaggio da Alatri e la sua possente cinta muraria in pietra megalitica poligonale. La Ciociaria e le sue inattese, semisconosciute, meraviglie stupiranno gli spettatori. Beppe Convertini racconterà la Cappella di San Magno di Anagni, considerata la cappella Sistina del Medioevo per il suo bellissimo ciclo di affreschi. Peppone Calabrese, fermo a Potenza e chiuso in casa con moglie e mamma, farà scoprire la Ciociaria assaporandola attraverso alcuni prodotti, espressione del territorio, che si è fatto spedire, perché, come insegna, si può viaggiare anche rimanendo fermi. Ingrid, da Villa Borghese a Roma, chiederà al servizio di ronda a cavallo della polizia chiarimenti su cosa si possa o non si possa fare nei parchi recentemente riaperti. Il viaggio domenicale in Ciociaria prosegue a Campo Catino, immersa fra i monti Ernici. Un'ex base dell'aeronautica trasformata in residenza privata immersa nella Natura, dove vive una delle famiglie più facoltose d'Italia. Beppe e Ingrid, riunitisi in una bella realtà di agricoltura urbana con finalità sociali, presenteranno ancora un'altra grande sorpresa di questo territorio: una delle Abbazie più belle e antiche del mondo, quella di Casamari, dove oggi, in quarantena, vivono 11 monaci soli, che continuano però le loro attività cominciate in questo luogo mille anni fa. Il viaggio si concluderà con le eccellenze del territorio, come i formaggi ciociari e il fagiolo di Atina.