Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

"Jesus Christ Superstar" al Lyrick, Ted Neely: "Sto vivendo un sogno"

Ted Neely nei panni di Jesus

Eleonora Sarri
  • a
  • a
  • a

Arriva al teatro Lyrick di Assisi, venerdì 28 e sabato 29 novembre, alle 21,15, lo spettacolo più atteso della stagione 2014/ 2015: la versione evento di Jesus Christ Superstar, la più grande opera rock di tutti i tempi. In occasione del XX anniversario dello lo storico successo cinematografico del 1973, Massimo Romeo Piparo ha voluto che a impersonare il ruolo di Gesù fosse Ted Neely, l'interprete originale del celebre film di Norman Jewison. Ted, come è diventato il tanto acclamato Gesù? "Il premio Oscar, visionario regista, Norman Jewison, mi ha concesso l'opportunità di un provino ai Pinewood Studios di Londra. Come risultato di questa esperienza unica, il signor Jewison mi ha scelto pr interpetare il ruolo di Gesù di Nazareth nella sua produzione cinematografica di Jesus Christ Superstar". Dopo 40 anni Jesus Christ Superstar ha ancora lo stesso impatto rivoluzionario sul pubblico? "Attraverso la mia magnifica esperienza all'interno di questa straordinaria Rock Opera, mi sento la magia viscerale che si trova all'interno del concetto originale di Andrew Lloyd Webber e Tim Rice; è la chiave per la connessione spirituale eterno di questo film, che ha parlato direttamente a tutte le generazioni. Il messaggio è nei testi di tutte quelle meravigliose canzoni di musica e come guardiamo il lato umano di un uomo chiamato Gesù di Nazaret, nel pieno rispetto della Divinità". Qual è per te il momento più emozionante del musical? "Il momento più emozionante della musica inizia con la prima nota musicale e termina quando l'ultima frase musicale svanisce nel silenzio, come il sipario si chiude. E certamente il Giardino di Getsemani è un meraviglioso contributo all'interno di un viaggio straordinario". Raggiungere Assisi nel ruolo di Gesù. Cosa significa per te? "Non potrei essere più onorato". Tra i molti ruoli che hai interpetato nei musical, come "Hair" o "Tommy", qual è il tuo preferito? "Sono sopraffatto dalle opportunità che ho avuto attraverso le esperienze personali di amicizia e di crescita duratura con la collaborazione all'interno delle produzioni rock opera di "Hair", "Jesus Christ Superstar", "Tommy degli Who" e "Sgt. Pepper Lonely Hearts Club Band ". Ogni produzione è stata sorprendente. Tuttavia, le esperienze all'interno di "Jesus Christ Superstar" hanno completamente cambiato la mia vita in meglio". Cos'è la cosa che ami di più dell'Italia? "Sarebbe estremamente difficile scegliere un solo elemento di questo straordinario paese. Ho sognato di venire in Italia per tutta la vita e ora sono qui e posso viaggiare in tutta la bellezza storica e moderna che è l'Italia, con la mia famiglia graziel al'esecuzione in questo meraviglioso spettacolo, prodotto e diretto dal sorprendente Massimo Romeo Piparo. Grazie a Massimo e tutte le persone di Peep Arrow Entertainment sto vivendo un sogno".