Coronavirus, Roby Facchinetti racconta come è nato  il brano "Rinascerò, rinascerai" dedicato a Bergamo

MUSICA

Coronavirus, Roby Facchinetti racconta come è nato il brano "Rinascerò, rinascerai" dedicato a Bergamo

01.04.2020 - 11:04

0

Il brano "Rinascerò rinascerai" di Roby Facchinetti dedicato alla sua Bergamo messa in ginocchio dal Coronavirus  e pieno di speranza è primo in classifica. Sui social ringrazia l'Italia e spiega come è nato: "Io e Stefano (D'Orazio, altro elemento dei Pooh con cui ha lavorato a questa canzone, ndr) vogliamo davvero ringraziare tutti, una volta di più ci avete saputo meravigliare e commuovere, e il vostro aiuto a chi soffre per questa terribile calamità resterà nel tempo come una delle testimonianze più forti e preziose della qualità dell’anima degli italiani. Dopo che il dolore e la rabbia avevano preso il sopravvento su di me alla vista di quella fila interminabile di camion carichi di bare mi è venuta la voglia di fare qualcosa con la muscia. Sapevo che su quei mezzi dell’esercito c’era anche un mio parente, sapevo che c’era un amico carissimo, sapevo che c’erano decine di conoscenti. La musica del brano 'Rinascerò, rinascerai' è nata poco tempo dopo quella visione, quella consapevolezza, quella rabbia. Per riscattare tutto, anche il dolore, provando a fare qualcosa per la mia città ferita".  Poi Facchinetti svela com’è stato costruito il brano. “Subito dopo aver composto la musica del brano, con in mente le parole del titolo, ho telefonato a Stefano. Ed è lui che debbo, voglio, ringraziare. Ha capito subito tutto e in poco tempo ha messo sulle note le parole giuste. Anzi: le giuste emozioni”, racconta l’ex Pooh. Anche Sting ha scritto una canzone sull'emergenza Coronavius e l'ha dedicata all'Italia (clicca qui per ascoltarla) 

Visualizza questo post su Instagram

Carissimi amici, sono davvero colpito da come avete accolto “Rinascerò, rinascerai”. Primi in classifica, un numero impensabile di visualizzazioni… Io e Stefano vogliamo davvero ringraziare tutti, una volta di più ci avete saputo meravigliare e commuovere, e il vostro aiuto a chi soffre per questa terribile calamità resterà nel tempo come una delle testimonianze più forti e preziose della qualità dell’anima degli italiani. Ma vorrei cogliere l’occasione di questo dovuto ringraziamento a voi anche per ringraziare i tanti compagni di viaggio, che sull'onda del cuore mi hanno accompagnato in questo progetto, dopo che il dolore e la rabbia avevano preso il sopravvento su di me alla vista di quella fila interminabile di camion carichi di bare. Sapevo che su quei mezzi dell’esercito c’era anche un mio parente, sapevo che c’era un amico carissimo, sapevo che c’erano decine di conoscenti. C’era la mia gente, su quella strada a pochi passi da casa mia, sotto un’alba livida. La musica del brano “Rinascerò, rinascerai” è nata poco tempo dopo quella visione, quella consapevolezza, quella rabbia. Per riscattare tutto, anche il dolore, provando a fare qualcosa per la mia città ferita: e non solo, visto che il brano vuole essere per chiunque, per tutti quelli che soffrono a causa del virus, per la nostra Italia e per un mondo mai come oggi unito purtroppo da qualcosa d’imponderabile e tristemente universale. Subito dopo aver composto la musica del brano, con in mente già le parole del titolo, ho telefonato a Stefano. Ed è Stefano il primo che debbo, voglio ringraziare. Ha capito subito tutto, e in poco tempo ha messo sulle note le parole giuste, anzi: le giuste emozioni. Con il cuore, come lui solo sa fare. Poi devo ringraziare Danilo Ballo, cui ho chiesto arrangiamento e realizzazione in due giorni lavorativi: e stando entrambi ovviamente in casa. Danilo ha dovuto -ha voluto!- lavorare ventiquattr'ore al giorno, per rendere il brano come doveva essere; mentre io nel mio studio incidevo piano, voce e altre piccole cose e gliele mandavo via web. (Continua sulla pagina facebook). https://www.facebook.com/RobyFacchinetti.it #rinascerorinascerai #restiamoacasa #covıd19

Un post condiviso da Roby Facchinetti (@robyfacchinetti) in data:

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

IL CORONAVIRUS NEL MONDO: 1 GIUGNO

IL CORONAVIRUS NEL MONDO: 1 GIUGNO

Milano, 1 giu. (askanews) - Le immagini dell'emergenza Covid-19 nel mondo il primo giugno. TURCHIA Dopo oltre due mesi di lockdown riapre il Grande Bazar di Istanbul. Il mercato coperto della metropoli turca è una delle attrazioni turistiche più visitate dagli stranieri ma è anche frequentatissimo dai residenti. Alla presenza del governatore di Istanbul Ali Yerlikaya, con tanto di assembramento ...

 
"Stop Racism", intitolata a George Floyd l'ultima opera di TvBoy

"Stop Racism", intitolata a George Floyd l'ultima opera di TvBoy

Barcellona, 1 giu. (askanews) - S'intitola "Stop Racism" ed è dedicata alla memoria di George Floyd, il cittadino afroamericano bloccato e soffocato fino alla morte da 3 agenti di polizia a Minneapolis, negli Stati Uniti, l'ultima opera dello street artist italiano TvBoy, installata nelle vicinanze del Born, Center of Culture & Memory di Barcellona, in Spagna.

 
Covid-19, allarme liste d'attesa. "Così si rischia il caos"

Covid-19, allarme liste d'attesa. "Così si rischia il caos"

Roma, 1 giu. (askanews) - Allarme liste d'attesa in ospedale. È quanto emerge da un'indagine svolta dalla Fondazione The Bridge, che sviluppa progetti d'intervento in ambito sociale e sanitario, per fare luce sulla percezione dei servizi sanitari in tempo di pandemia e aprire una riflessione su quanto potrebbe accadere nei prossimi mesi per quanto riguarda la gestione delle liste d'attesa. Su un ...

 
Riaprono le palestre in Lombardia, ecco le regole per allenarsi in sicurezza

Riaprono le palestre in Lombardia, ecco le regole per allenarsi in sicurezza

(Agenzia Vista) Milano, 01 giugno 2020 Riaprono le palestre in Lombardia, ecco le regole per allenarsi in sicurezza Termoscanner in ingresso prenotazioni online e durata complessiva della permanenza non superiore ai 90 minuti, queste le principali regole che si dovranno seguire nelle palestre. Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

 
Mara Venier racconta la caduta dalle scale di casa: "Ho battuto anche la testa". Frattura al piede

Televisione

Mara Venier racconta la caduta dalle scale di casa: "Ho battuto anche la testa". Frattura al piede

Mara Venier è caduta dalle scale e domenica 31 maggio 2020 ha condotto Domenica In con la fasciatura al piede sinistro, poi risultato fratturato e che è stato ingessato. Oggi ...

01.06.2020

Gianna Nannini e Italia 90: "L’abbraccio a Diego Maradona… Sua figlia si chiama Giannina in mio onore"

Il titolo de La Nacion, il quotidiano argentino che ha intervistato Gianna Nannini

L'INTERVISTA

Gianna Nannini e Italia 90: "La figlia di Maradona si chiama Giannina... per me"

Trent'anni fa si disputò il Mondiale di calcio in Italia nel 1990, vinse la Germania ma la partita tra Italia e Argentina, in semifinale, passò alla storia con Napoli e il ...

01.06.2020

In tv martedì 2 giugno "Wild Italy" alla scoperta dei cinghiali su Rai5: una invasione inarrestabile

Televisione

In tv martedì 2 giugno "Wild Italy" alla scoperta dei cinghiali su Rai5: una invasione inarrestabile

Hanno dimensioni extra large, consumano quanto un peso massimo e le loro femmine partoriscono schiere di piccoli. Sono i cinghiali che abitano la nostra Penisola, ...

01.06.2020