Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus Umbria, " A più di un metro", i versi di un poeta umbro dedicati all'amore in tempi di Covid-19

Sabrina Busirivici
  • a
  • a
  • a

Nel segno di #iorestoacasa il poeta e scrittore umbro, Giampaolo Bellucci, noto per il suo stile un po' dark ma che, alla fine, lascia trapelare sempre una chiara luce di speranza, dedica a tutti noi i suoi versi nella nuova poesia dal titolo "A più di un metro". Io me ne sto qui chiuso/In casa/Con il mio cane/Lo accarezzo/Bevo birra/Mangio torta/Con salame/E riapprezzo/ Il calore del/Focolare domestico/Quell'atmosfera familiare/Mentre bevo e mastico/Musica di sottofondo/Mi fa dimenticare/Per un attimo/Quello che accade/Ora/In questo mondo/Deturpato nel/Suo profondo/Sicuramente/Anche te/Sarai sola/Chiusa nel tuo di mondo/E anche se/Ci potessimo/Vedere/Almeno distanti/Un metro/Ci dovremmo/Sedere/Non ci potremmo/Toccare/Non ci potremmo/Annusare/Solo il nostro sguardo/Ci mostrerebbe l'amore/Uno sguardo forte/Uno sguardo intenso/Che illumina/La mia notte/Quando non ci/Sei/Ed io ti penso/E quanto vorrei …/Vorreiii …/Avresti mai potuto/Immaginare/Che accadesse tutto ciò?/Io no/Anche se sono/Un convinto sostenitore/Che la realtà/Sia di gran lunga/Della fantasia/Superiore/E questa epidemia/Si è allargata/A dismisura/E si è trasformata/In una pandemia/Gonfia di paura/Ma io sono/Sicuro/Che ce la faremo/Che domani/Ci stringeremo/Le mani/E ci abbracceremo/E potrò toccarti/E potrò annusarti/E potrò baciarti/Non ci sarà più/Una distanza/Fatta come vetro/Che mi tiene/Chiuso/In questa stanza/lontano da te/A più di un metro … Chi è Giampaolo Bellucci? E' nato il 24 giugno del 1968 a Foligno. Inizia a scrivere da giovanissimo. Appassionato di musica, cerca di fondere le sue parole con i suoni. Dal 1993 è iscritto alla Siae nella sezione musica come autore di testi e collabora con diversi compositori nella realizzazione di alcuni master. Nel 2006 viene ammesso al CET Centro Europeo Di Toscolano accademia di Musica e Cultura fondata e diretta da Mogol. Nel 2009 pubblica con il gruppo “Albatros Il Filo” la sua prima silloge di poesie intitolata Il Treno Dei Pensieri. Nel 2010 collabora come articolista con il Corriere Dell'Umbria. Nel 2011 pubblica il romanzo Il buio e la luce con Arduino Sacco Editore. Nello stesso anno esce con l'antologia poetica Un grappolo di Rose appese al sole, curata dal professor Manlio Sgalambro, per Cicorivolta Edizioni. L'anno successivo è la volta di L'ultimo appuntamento. Il segreto di un amore maledetto (Cicorivolta Edizioni). Del 2013, La storia di Marco (A&A Edizioni). E nl 1919 arriva la raccolta di poesie Black & White.