Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus devastante per lo spettacolo: in ginocchio cinema, teatro e musica dal vivo. Perdite per milioni

Giuseppe Silvestri
  • a
  • a
  • a

L'allarme Coronavirus condiziona anche la programmazione cinematografica italiana. Il calendario delle proiezioni è stato stravolto dall'allerta virus, sia per la chiusura temporanea delle sale dovuta alle ordinanze delle regioni del nord, che per la prudenza che spinge i cittadini ad evitare i luoghi chiusi. Il risultato è stato un vero e proprio crollo degli incassi, come accaduto lo scorso fine settimana. Ma non soffre soltanto il cinema. La vendita dei biglietti per i concerti dal vivo, ad esempio, si è completamente fermata a livello nazionale. Secondo le stime di Assomusica le perdite dirette sono già di dieci milioni e mezzo di euro, mentre le ricadute sulle città che dovrebbero ospitare gli eventi sono stimate in venti milioni. Al nord teatri chiusi. Sono stati già cancellati 7400 spettacoli. Guarda anche Achille Lauro, il videoclip di Me ne frego