Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Italia's Got Talent, applausi a scena aperta e 4 sì per il monologo di Adel sul razzismo

Mauro Barzagna
  • a
  • a
  • a

Arriva da Roma Sud uno dei protagonisti più applauditi della puntata di mercoledì 26 febbraio di Italia's Got Talent, in onda su Sky Uno. Si chiama Adel Ahmed e regala al pubblico di IGT un monologo tanto divertente, quanto amaramente vero. Non a caso conquista i giudici Frank Matano, Mara Maionchi, Federica Pellegrini e Joe Bastianich che gli tributano 4 sì e lo promuovono alla fase successiva. Adel affronta il tema del razzismo, sfoderando battute a ripetizione a cominciare dall'imbarazzo che gli creano tutti quelli che - per il colore della sua pelle - lo scambiano per il figlio di Carlo Conti. "Quando ero piccolo e andavo a scuola - continua Adel, incassando applausi a scena aperta - la maestra minacciava gli altri bambini tirando sempre in ballo mio padre. 'Se non fate i bravi stasera arriva l'uomo nero'. E io me la prendevo sul personale, andavo dalla maestra e le dicevo: Scusi, ma che c'entra mio padre?" Ovazione per una delle battute finali, quando Adel confessa che il colore della pelle ha anche i suoi vantaggi, per esempio quando c'è da trovare un posto nella metropolitana piena. "Come si fa? Basta urlare a squarciagola: Allaaaaaaaaaaa...prossima scendo", ha rivelato Adel...