Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Il Festival fa cinquanta con ospiti come Omar Galliani e Malika Ayane

Eleonora Sarri
  • a
  • a
  • a

Torna il Corciano Festival con ospiti di fama internazionale, dall'artista figurativo Omar Galliani con la sua mostra inedita dedicata al Perugino, al duo jazz Musica Nuda che inaugurerà il Festival la sera del 2 agosto, fino alla cantautrice Malika Ayane, ma anche valorizzando i giovani artisti emergenti, con una mostra interamente dedicata a loro. Le cinquanta edizioni del Corciano Festival sono state rese possibili grazie al contributo degli abitanti di Corciano e di tante aziende del territorio, in particolare del Credito Cooperativo Umbro (già Banca di Mantignana), che da sempre sostiene la manifestazione corcianese. Il Corciano Festival è organizzato dal Comune e dalla Pro loco di Corciano ed è patrocinato da Regione Umbria, Camera di Commercio Perugia. La 50esima edizione del Festival vedrà come protagonista uno degli artisti italiani più significativi e originali della figurazione, Omar Galliani, al quale è stata commissionata un'immagine della Vergine, mezzo millennio dopo la realizzazione della Pala dell'Assunta di Corciano da parte di Pietro Vannucci. La sua mostra, dal titolo “Peruginesca”, sarà allestita nella chiesa-museo di San Francesco, dal 2 agosto al 7 settembre. Il Festival proporrà anche una mostra di undici giovani artisti che prenderà vita all'interno del borgo, tra proiezioni multimediali, pittura, scultura e fotografia. Il progetto espositivo “Diari di Sogni perenni”, a cura di Andrea Baffoni e Francesca Duranti, racconterà la coincidenza tra l'anno di Keo e il cinquantesimo anniversario del Corciano Festival. Keo è un progetto della Nasa. Nuovo Istituto Design di Perugia sarà ospite della manifestazione: installazioni grafiche alte tre metri, occuperanno il centro storico di Corciano, durante tutto il corso della manifestazione. Inoltre, il palazzo comunale ospiterà la mostra fotografica “Obiettivo: un luminoso Passato. I volti, le immagini, gli eventi dell'Agosto corcianese”, e “L'arte del porre e del levare. Sculture a Corciano tra XV e XXI secolo” una vista guidata attraverso i luoghi magici dell'antico borgo. Per quanto riguarda la sezione dedicata alla Musica, moltissimi gli appuntamenti e gli ospiti d'eccezione: dalla cantautrice Malika Ayane in concerto l'8 agosto, con Stefano Brandoni alla chitarra, Carlo Gaudiello al pianoforte e Giulia Monti al violoncello, nella bellissima cornice del castello di Pieve del Vescovo, fino a Petra Magoni e Ferruccio Spinetti, voce e contrabbasso del duo jazz Musica Nuda, che inaugureranno la kermesse, accompagnati dalla Corciano Festival Orchestra. Il 10 agosto ci sarà una serata dedicata alla musica jazz in compagnia del sassofonista, d'origine corcianese, Cristiano Arcelli, che eseguirà una sua composizione dedicata ai 50 anni del Festival, in anteprima assoluta. Il Teatro della Filarmonica farà da sfondo al concerto di musica contemporanea “Musiche per i 50 anni di Corciano Festival” e il 16 agosto concerto del Quintetto TriTone “Viaggio, Sinestesie sonore dalla classica all'elettronica. Da Bach a Galliano, da Satie ad Edith Piaf”, un viaggio sinestetico dalla musica classica alla musica elettronica. La 50° edizione del Corciano Festival terminerà con il tradizionale Concerto in piazza Coragino dedicato alle musiche del Concorso internazionale di composizione originale per Banda. Torna anche quest'anno Farneto Teatro con il suo “teatro itinerante”. Il drammaturgo, attore e regista Maurizio Schmidt presenterà “Sogno di una notte di mezza estate” di William Shakespeare, spettacolo ideato appositamente per festeggiare i 50 anni della manifestazione corcianese. Un “Teatro fuori dal Teatro”, un progetto speciale, unico nel suo genere: una fuga collettiva in un bosco. Il Festival come ogni anno proporrà le rievocazioni storiche tra Medioevo e Rinascimento, manifestazioni in costume del ‘400 che, oltre ad un valore folkloristico, hanno lo scopo di ripresentare la vita di un castello medievale e di alcune sue manifestazioni religiose. Il 13, 14 e 15 agosto tutta la comunità corcianese, da 50 anni, contribuisce e partecipa alle rievocazioni (Serenate dei Menestrelli, Processione del lume e Corteo storico del Gonfalone). Durante le giornate medievali sarà allestito un “campo” dove artigiani, cavalieri, armigeri con al seguito le proprie famiglie e la servitù offrono scorci di vita quotidiana come il lavoro, la cucina, giochi d'arme, l'addestramento e la vestizione di un cavaliere. Anche quest'anno andrà in scena lo spettacolo culinario della Taverna del Duca.