Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Il programma del Corciano festival 2014

Andrea Niccolini
  • a
  • a
  • a

Ecco il programma del Corciano Festival - Agosto Corcianese (2-17 agosto 2014). MUSICA Moltissimi gli appuntamenti e gli ospiti d'eccezione: dalla cantautrice Malika Ayane in concerto l'8 agosto, con un progetto speciale, nella bellissima cornice del castello di Pieve del Vescovo, fino a Petra Magoni e Ferruccio Spinetti, voce e contrabbasso del duo jazz Musica Nuda, che inaugureranno la kermesse il 2 agosto, accompagnati dalla Corciano Festival Orchestra. Il 10 agosto ci sarà una serata dedicata alla musica jazz in compagnia del sassofonista, d'origine corcianese, Cristiano Arcelli, che eseguirà una sua composizione dedicata ai 50 anni del Festival, in anteprima assoluta. Il Teatro della Filarmonica farà da sfondo al concerto di musica contemporanea “Musiche per i 50 anni di Corciano Festival” e il 16 agosto ascolteremo “Viaggio, Sinestesie sonore dalla classica all'elettronica. Da Bach a Galliano, da Satie ad Edith Piaf”, il concerto del Quintetto TriTone, che eseguirà un ampio repertorio arricchito da contaminazioni musicali, un viaggio sinestetico dalla musica classica alla musica elettronica. La 50° edizione del Corciano Festival terminerà con il tradizionale Concerto in Piazza Coragino dedicato alle musiche del Concorso Internazionale di Composizione Originale per Banda. Parteciperà il compositore spagnolo Carlos Pellicer Andres, 1° classificato alla 29° edizione, nel 2013, e la Corciano Festival Orchestra eseguirà il brano vincitore “Sequences for Band”, completando il programma della serata con le più belle musiche dell'Archivio del Concorso. TEATRO  Torna anche quest'anno Farneto Teatro con il suo “teatro itinerante”, rinnovando con sguardo contemporaneo le suggestioni che hanno costituito la linea dorsale della lunga collaborazione con Corciano. Il drammaturgo, attore e regista Maurizio Schmidt presenterà “Sogno di una notte di mezza estate” di William Shakespeare, spettacolo ideato appositamente per festeggiare i 50 anni della manifestazione corcianese.  Un “Teatro fuori dal Teatro”, un progetto speciale, unico nel suo genere: una fuga collettiva in un bosco. Personaggi e spettatori, seguendo le vicissitudini degli amanti shakespeariani, fuggiranno durante lo spettacolo in pulmann nel bosco del Palazzo Grande presso Corciano, finendo con essi irretiti nel mondo notturno degli elfi e delle fate, governato dai capricci di Oberon, del folletto Puck e della regina Titania. Un progetto affascinante di festa teatrale, legata alle credenze popolari del solstizio d'estate e alle schermaglie d'amore che danno vita ad ogni commedia, nella quale si chiederanno agli spettatori una partecipazione e una complicità se possibile ancora maggiori che in passato. Gli spazi del borgo di Corciano e delle sue vicinanze offriranno, come e più di sempre, un corrispettivo spaziale che permetterà agli spettatori di attraversare questa storia onirica moltiplicata dal fascino dei luoghi. Un sogno a Corciano. RIEVOCAZIONI STORICHE Il Festival come ogni anno proporrà le rievocazioni storiche tra Medioevo e Rinascimento, manifestazioni in costume del ‘400 che, oltre ad un valore folkloristico, hanno lo scopo di ripresentare la vita di un castello medievale e di alcune sue manifestazioni religiose. 13 agosto: Serenate dei Menestrelli. Attraverso le strade, le viuzze e le piazze del castello, al lume di fiaccole, itinerando di balcone in balcone, i giovani cavalieri offrono dolci serenate alle amate donzelle. Scene di festa, giochi pirotecnici e danze fanno da contorno alle richieste d'amore. 14 agosto: Processione del lume. Al calare della notte che precede la solennità della Madonna di mezz'agosto, il banditore, i magistrati, i collegi delle arti e dei mestieri con i priori e le proprie insegne, il clero e il popolo sfilano al lume di torce e di lanterne e con il grande cero che, recato in processione dai valletti del Comune, è offerto dalle magistrature alle chiesa madre. 15 agosto: Corteo storico del Gonfalone. Questa iniziativa deriva dalla tradizione popolare di portare in processione il Gonfalone della città in particolari occasioni e per dimostrare riconoscenza, fede e per impetrare la protezione divina. Il 15 agosto oltre 200 figuranti sfilano dal convento di Sant'Agostino alla Piazza Coragino portando in processione solenne la riproduzione del Gonfalone di Benedetto Bonfigli (1472). Tutta la comunità partecipa a questa processione che ogni anno, dal 1969, viene riproposta con sempre migliori costumi ed arredi e che, come le altre iniziative storiche, mantiene viva la tradizione. Durante le giornate medievali sarà allestito un “campo” dove artigiani, cavalieri, armigeri con al seguito le proprie famiglie e la servitù offrono scorci di vita quotidiana come il lavoro, la cucina, giochi d'arme, l'addestramento e la vestizione di un cavaliere. Tra gli eventi speciali di quest'edizione speciale: la serata in Piazza Coragino con “i corcianesi e per i corcianesi che hanno fatto grande il Festival”; l'apertura dell'Ufficio Postale per l'annullo celebrativo della 50° edizione dell'Agosto Corcianese, nella giornata inaugurale. Ed ancora l'incontro con Dj Ralf, il 7 agosto in Piazza Doni, intervistato dal giornalista Luca Fiorucci sulla sua fortunata carriera musicale, sul rapporto con l'Umbria ed in particolare con il comune Corciano, dove risiede da anni. Anche quest'anno andrà in scena lo spettacolo culinario della Taverna del Duca, sempre fedele e rispettoso della tradizione, della qualità e della cura che dal 1977 lo caratterizza. Nella lista delle vivande, quotidianamente, verranno inserite preparazioni tradizionali secondo le ricette gelosamente custodite dalle valenti cuoche corcianesi. Le giornate delle rievocazioni storiche vedranno il menù arricchirsi di piatti medioevali e rinascimentali.