Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Festival di Sanremo 2020, Junior Cally si difende: "Sono contro il sessismo e la violenza sulle donne"

Jacopo Barbarito
  • a
  • a
  • a

Junior Cally si difende e replica alle polemiche sollevate da chi chiede la sua esclusione dal prossimo Festival di Sanremo. Il rapper è finito nel mirino della critiche, e di numerosi esponenti politici di tutti gli schieramenti, per alcune frasi contenute nelle sue canzoni di alcuni anni fa, a cominciare da "Strega" (guarda qui il video). Lo staff del rapper ha quindi preso posizione e, in una nota, ha scritto che "la posizione dell'artista è contro il sessismo, i passi avanti o indietro, e ovviamente - sembra banale dirlo, ma non lo è - contro la violenza sulle donne". "Non capiamo, inoltre, se la polemica sia di carattere musicale o politica: della partecipazione di Junior Cally a Sanremo si ha notizia dal 31 dicembre e tutti i suoi testi sono disponibili sul web. Mentre del testo di 'No grazie' selezionato al Festival di Sanremo e delle sue rime antipopuliste si è venuti a conoscenza solo il 16 gennaio da un'intervista al Corriere della Sera. Il giorno dopo, per pura coincidenza, si accendono polemiche legate a canzoni pubblicate da anni, in un'età in cui Junior Cally era più giovane e le sue rime erano su temi diversi da quelli di oggi".