Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Federico Buffa a Foligno, all'Auditorium "Il rigore che non c'era"

Alfredo Doni
  • a
  • a
  • a

Federico Buffa, il più grande storyteller italiano, professionista della narrazione come nessun altro, torna a Foligno dove mercoledì 18 dicembre alle ore 21 salirà sul palco dell'Auditorium San Domenico con una nuova avventura teatrale dal titolo "Il rigore che non c'era”. Buffa parte da storie sportive per poi dipingere con le parole un affresco storico, poetico, musicale. “Il rigore che non c'era” è quell'evento, magari improvviso, che ha cambiato il corso di una partita, quella metafora talvolta inaspettata che ha trasformato la storia di una vita. Buffa con il suo nuovo testo passa dalla storia di Sendero Luminoso a quella del Loco Houseman, da LeBron James al millesimo gol di Pelè. E ancora, vicende intrecciate tra loro, come quella di Elis Regina e di Sam Cooke, il tutto punteggiato dalla musica dal vivo di Alessandro Nidi che impreziosisce e accompagna le parole. Sullo sfondo, una casa e la copertina di Sergeant Pepper dei Beatles, presente nella scena e nel testo. Da quella casa compare una sorta di angelo, custode e disincantato, interpretato da Jvonne Giò. Federico Buffa, nato a Milano nel 1959, è giornalista sportivo e telecronista (ha debuttato con il basket che per anni è stata la sua "materia" preferita) ed è già stato a Foligno, sempre all'Auditorium, con un testo straordinario dal titolo "Le Olimpiadi del '36" che ha fatto registrare il tutto esaurito ma che soprattutto ha emozionato profondamente il pubblico presente in sala. Questo narratore sopraffino che riesce a catturare l'attenzione degli ascoltatori meglio di chiunque altro, abile nelle digressioni, mai banale, ricercatore dei particolari più interessanti delle storie che propone, è diventato ancora più celebre al grande pubblico televisivo con la serie "Buffa racconta". Dalle storie dei Mondiali di calcio ai personaggi che hanno scritto pagine leggendarie di sport come Jesse Owens, dall'indimenticabile Gaetano Scirea fino all'ultima produzione (il 20 dicembre Sky trasmetterà la seconda parte) sulla vita di Gigi Riva: queste solo alcune delle sue creazioni che segnano un solco nella narrazione di storie e imprese. Alfredo Doni