Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Checco Zalone e Fiorello, da Tolo Tolo a nostalgia per il bidet

Alfredo Doni
  • a
  • a
  • a

A pochi giorni dal debutto (1 gennaio 2020) nei cinema italiani del suo nuovo film intitolato Tolo Tolo, Checco Zalone, attore di straordinario successo che con le sue pellicole ha incassato qualcosa come 170 milioni di euro, è stato ospite di Fiorello su Rai Play il 13 dicembre. I due artisti hanno duettato come loro sanno fare e Zalone ha cantato un nuovo pezzo dal titolo La nostalgie de bidet. E' la storia di un italiano in Francia che vive nel disagio di non avere a disposizione uno degli elementi del bagno italiano: il bidet, appunto. Una canzone spassosissima come al solito che ha divertito il pubblico in sala e quello a casa. Tornando al nuovo film di Checco Zalone, al secolo Luca Pasquale Medici, nato a Bari, dopo i successi di Cado dalle nubi (2009), Che bella giornata (2011), Sole a catinelle (2013), Quo vado? (2016), stavolta si cimenta anche come regista di un filmo, appunto Tolo Tolo, scritto insieme al regista Paolo Virzì. Anche la colonna sonora è stata realizzata da Zalone a cominciare dalla canzone Se t'immigra dentro il cuore. Il film è stato girato partendo dall'Italia da Roma a Bari fino a Trieste (dove è stato dato l'ultimo ciak), per approdare a Malta e poi in Kenia passando dal Marocco. Viste le premesse, non è difficile immaginare che anche Tolo Tolo ripeta i successi dei film precedenti.