Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Fere in difesa, due terzini nel mirino: ecco i nomi

L'ex Cagliari Pisano

Luca Giovannetti
  • a
  • a
  • a

Un nome depennato e un paio di new entry nell'elenco degli obiettivi di mercato della Ternana. Esce dal radar il centrocampista centrale Riccardo Cazzola, approdato all'Alessandria. Di contro spuntano un terzino destro e un laterale mancino "basso". Il primo è Francesco Pisano, 30 anni compiuti a fine aprile, ex Cagliari (228 partite e una rete in A, capitano più giovane nella storia recente della squadra della sua città), nello scorso torneo tra Bolton (3 presenze in Championship tra agosto e dicembre 2015) e Avellino (13 gare, 12 come titolare, tra gennaio e maggio di quest'anno). Il secondo è Lorenzo Filippini, scuola Lazio, ex Bari (10 presenze, 7 dall'inizio) e Pro Vercelli (14 presenze, 11 nello schieramento di partenza). L'ex cagliaritano potrebbe arrivare in regime di svincolo (grazie alla recente risoluzione contrattuale col Bolton) mentre l'ex laziale potrebbe arrivare in prestito. Resta nel mirino un altro terzino sinistro come Andrea Gasbarro, 21 anni compiuti a gennaio, ex Pontedera (30 presenze, 28 come titolare, e una rete) e Livorno (29 gare, 28 dal primo minuto). Sotto osservazione un altro elemento alle dipendenze di mister Panucci nella passata stagione a Livorno, ossia il tornante offensivo albanese Armando Vajushi (25 anni a dicembre, ex Scutari e Lovech, nello scorso torneo 22 partite in casacca amaranto, sotto contratto col Chievo Verona). Sondaggi con Roma e Udinese per i prestiti del regista olandese di origine marocchina Ismail H'Maidat (21 anni compiuti a metà giugno, ex Brescia e Ascoli) e del difensore centrale Mauro Coppolaro (19 anni compiuti a marzo, alle spalle 5 presenze in B con la Reggina e 11 panchine in A con la compagine friulana). Da Pontedera rimbalza la voce di un interessamento per l'ex rossoverde Stefano Scappini (28 anni compiuti a febbraio, 24 gol in 33 gare con la squadra toscana nell'ultimo campionato) ma per il reparto avanzato si punta anche (e soprattutto) su elementi di categoria. Anche se (ovviamente) le operazioni in entrata sono legate a doppio filo a quelle in uscita. Pertanto lo scenario dipende dalle partenze di Cesar Falletti (probabile) e di Felipe Avenatti (possibile), entrambi legati a via Aleardi fino a giugno 2017 e quindi confermabili soltanto mediante prolungamento di contratto. Articolo completo nel Corriere dell'Umbria di venerdì 8 luglio (CLICCA QUI)