Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ternana, tegola Vitale: ora è emergenza in difesa

Luca Giovannetti
  • a
  • a
  • a

Brutta tegola per la Ternana, che rischia di perdere per un periodo di tempo non ancora definito il suo capitano. Finisce ko Luigi Vitale, finora protagonista di un ottimo torneo, con 24 presenze al suo attivo, tutte come titolare e tutte senza sostituzioni subite (per il resto assente per squalifica a Crotone e relegato in panchina a Brescia per un violento attacco febbrile). L'ex napoletano, alle prese col problema al ginocchio destro accusato nel match casalingo contro la Salernitana, è reduce dalla risonanza magnetica eseguita dai sanitari rossoverdi e dalla visita di controllo del professor Mariani a Villa Stuart. Esiste il pericolo di un lungo stop, che costringerebbe mister Breda a individuare soluzioni alternative nel ruolo di terzino sinistro. Compito tutt'altro che agevole con un organico privo di marcatori e di laterali mancini (salvo Lo Porto, peraltro a sua volta fermo ai box e finora mai utilizzato). In attesa di conoscere le decisioni della equipe medica della Ternana è doveroso sottolineare lo stato di assoluta emergenza del pacchetto arretrato rossoverde in vista della difficile trasferta di Novara, viste le concomitanti assenze di Santacroce e dei giovani Lo Porto e Monteleone (in realtà quest'ultimo potrebbe recuperare in extremis, in caso contrario prima convocazione stagionale per il baby Sernicola). Ovviamente il quadro è complicato dalla indisponibilità di Masi, a sorpresa collocato fuori dalla lista dei 18 Over lo scorso 3 febbraio. E la scelta di via Aleardi, subito sembrata inspiegabile, appare oggi addirittura devastante.